Cicciolina pronta a fare ricorso contro il taglio dei vitalizi

cicciolina

Ilona Staller, in arte Cicciolina, annuncia il ricorso contro la delibera emanata dall’Ufficio di Presidenza della Camera che di fatto impone il ricalcolo su base contributiva dei vitalizi degli ex parlamentari.

Luca Di Carlo, avvocato della ex pornostar ed ex parlamentare in quota Radicali, parla del provvedimento sui vitalizi come di un’offesa alla dignità della persona. “E’ stato violato ogni valore etico della politica. Questa norma è un’offesa alla dignità. E’ una decisione illegittima che aumenta le disuguaglianze, la pensione è ricalcolata sulla base dei contributi versati per i deputati ma non per i senatori e i consiglieri regionali”.

Questa comunque non è la prima occasione in cui la Staller “litiga” con il Movimento 5 Stelle in materia di taglio dei vitalizi. Già nel luglio dello scorso anno Cicciolina prese di mira Luigi Di Maio tramite un post pubblicato su Facebook. L’allora vicepresidente della Camera, ora ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, pubblicò una sorte di “lista nera” di coloro i quali percepivano un vitalizio a cui non corrispondeva un annesso versamento contributivo. E tra quei nomi spiccò inevitabilmente quello di Ilona Staller.

L’ex parlamentare tuonò così contro quel modo di fare di Di Maio: “Le tue dichiarazioni riguardo me sono offensive. Chiedimi scusa altrimenti sarò costretta a querelarti. Non sai che io ho fatto il parlamentare per ben 5 anni. Ho preso 20mila voti ed ero seconda a Marco Pannella, e per 5 anni, ogni santo giorno, andavo in Parlamento. Ho fatto 20 proposte di legge che sono ancora depositate nel Parlamento e prendo 2.000 euro netti di vitalizio. Il tuo stipendio, Di Maio, è invece di più di 10.000 euro al mese! Tra l’altro hai anche menzionato un morto defunto da anni dicendo che prende il vitalizio, vergogna!”.

Foto da Oggi.it

Ricerca personalizzata