Cioccolata calda aromatizzata al tè

Una deliziosa ricetta per i buongustai. Sulla scia del tema d’inverno, non può mancare una dolce coccola per il palato: la cioccolata calda. Vi propongo una versione originalissima con ingrediente il .

La cioccolata calda fu conosciuta in Europa grazie all’imperatore Montezuma: la chocolatl, una bevanda dolcissima a base di cioccolato condito con vaniglia e spezie, assumeva a fine preparazione la consistenza del miele. La grande innovazione era che, una volta introdotta in bocca, diventava liquida grazie al freddo della saliva. L’imperatore consumava questa bevanda prima di entrare nel suo harem perché riteneva la bevanda afrodisiaca.
Dopo la morte di Montezuma e la conquista dell’impero azteco, Cortés fu nominato governatore dei territori da lui conquistati. In questa veste decise di inviare gratuitamente il cacao in Spagna: la corte dell’imperatore Carlo V gradì moltissimo la bevanda, tanto che la cioccolata calda divenne status symbol delle classi sociali economicamente avanzate. La cioccolata calda era anche il regalo di nozze che Carlo V inviava quando un membro della sua famiglia sposava un nobile straniero: questi regali contribuirono alla diffusione della cioccolata calda in tutta Europa, diffusione favorita anche dal fatto che il sovrano non volle mai rendere pubblica la ricetta della cioccolata calda; nacquero in queste modo varie leggende sulla preparazione di questa dolcezza.

Cioccolata calda aromatizzata al tè
(Per 4 persone)

25 cl latte
25 cl panna fresca
½ stecca di cannella
1 stecca di vaniglia
10 grammi tè al bergamotto
100 gr di cioccolato fondente

Mescolare latte e panna, e mettere sul fuoco con la vaniglia e la cannella. Prima che bolla spegnere il fuoco e aggiungere il tè. Lasciarlo in infusione meno di dieci minuti e filtrare. Sciogliere la cioccolata a bagnomaria e aggiungerla al latte caldo aromatizzato.

Ricerca personalizzata