Per tutti coloro che amano andare a passeggiare con il proprio cane nelle campagne o in montagna è bene saper distinguere una biscia da una vipera per non creare subito allarmismi nel caso si venisse morsi.

Ecco qui di seguito degli utili accorgimenti per distinguere una biscia da una vipera:

La biscia ha le pupille rotonde, il corpo affusolato e la coda lunga. Non ha il veleno e soffoca le sue vittime oppure le ingoia vive, mentre la vipera ha delle pupille allungate in senso verticale, la coda si presenta corta così come il corpo. In aggiunta, nella mascella superiore ha due zanne grazie le quali inietta il veleno.

A differenza delle bisce, la vipera ha una testa triangolare. Il colore varia dal grigio al marrone e in alcune specie sono presenti delle tonalità rossicce. Sul corpo invece presenta delle striature trasversali. Generalmente si accovaccia dove c’è l’erba alta. Non attacca se non si sente minacciata.

Cosa fare se si vuole andare in montagna con il proprio cane

La prima cosa che bisogna fare è mettere attorno al collo del quadrupede un piccolo campanello: così facendo, mentre il cane cammina, il campanello comincia a suonare e il rumore disturberà la vipera, che scapperà via.

Ovviamente è bene sottolineare che i cani da caccia non possono utilizzare questo tipo di sistema perchè anche le prede scapperebbero via. I conduttori dovrebbero indossare degli scarponi e generare molto rumore quando si calpesta l’erba.

In caso di morso di vipera ecco cosa bisogna fare:

  • tenere il cane fermo perchè il veleno potrebbe diffondersi in tutto quanto il corpo
  • pulire il morso con acqua ossigenata
  • mattere sulla ferita acqua fredda o ghiaccio
  • portare il cane dal veterinario il quale somministrerà dei fluidi appositi