Come salvare lo smartphone dall’acqua

L’acqua rappresenta un pericolo “mortale” per la vita dei dispositivi elettronici. Come tutti sappiamo è bene che i nostri smartphone, tablet o pc non entrino mai in contatto con sostanze liquide che potrebbero danneggiarli, a volte anche in modo irreparabile. Spesso però le normali precauzioni non bastano: l’incidente è sempre dietro l’angolo.

La domanda quindi è: come salvare lo smartphone dall’acqua? Esistono tantissime soluzioni fai da te, ma non sempre si tratta di qualcosa di veramente utile ed efficace. E se non si interviene nel modo corretto il rischio è spesso quello di fare ancora più danni.

Cosa non fare

Usare il phon per eliminare attraverso l’aria ogni piccola particella d’acqua può sembrare una soluzione rapida ed efficace, ma in realtà non è così. Come tutti sappiamo bene, gli smartphone sono formati (al loro interno) da tanti piccoli circuiti: il calore potrebbe quindi danneggiarli provocando danni ancora maggiori. Stessa cosa vale per la scelta di far asciugare il dispositivo nel forno. Altra scelta molto diffusa, ma non proprio vincente, è quella di mettere il cellulare all’interno di una ciotola di riso crudo, che funziona da assorbente. Attenzione: i granelli di riso potrebbero danneggiare le componenti interne.

Cosa si deve fare

Bisogna intervenire in modo rapido, estraendo per prima cosa la batteria dello smartphone, senza preoccuparsi di spegnerlo o di verificare se funzioni ancora. L’acqua, così come il calore, è nemica dei circuiti elettrici e potrebbe causare un cortocircuito. Qulora non fosse possibile estrarre la batteria, come nel caso degli iPhone, l’unica soluzione corretta è quella di utilizzare un panno asciutto per rimuovere ogni traccia di liquido.

“Prevenire è meglio che curare”

Esistono anche molte soluzioni interessanti per prevenire il contatto dei dispositivi elettronici con l’acqua, come ad esempio tenere sempre a portata di mano dei semplici sacchetti isolanti in plastica a chiusura emetica, utili sopratutto in caso di pioggia o quando si va al mare. In commercio, online e non, ne esistono di svariate marche e con prezzi differenti come per esempio il Bheestie Bag, a 20 dollari, oppure Dry-All, acquistabile su Amazon a soli 6 dollari.

Ricerca personalizzata