Conserve per l'inverno

Buon pomeriggio a tutti!!! 🙂

brrrr che giornate invernali, ecco vi propongo qualche altra conserva per tenervi occupati in questi lunghi piovosi pomeriggi che potrete gustare più avanti, in special modo quando sarà più difficile trovare queste verdure!!

carciofi sott’olilo
acquistate, per questa preparazione, carciofini piccoli e spinósi, badando a non scambiarli con i domestici, che poco si prestano ad essere conservati. Togliete le foglie esterne più dure , tagliate le pùnte e riducete il gambo, nettandolo dei filamenti superficiali. Perché non anneriscano, passateli, senza lavarli, in abbondante succo di limone e metteteli a cuocere in una congrua quantità di aceto (se usate aceto forte, stemperatelo con vino bianco piuttosto secco). Non appena saranno cotti, scolateli per bene e metteteli ad asciugare tra due panni da cucina puliti (fate attenzione a non esporti all’aria scoperti perché potrebbero annerire). Quando saranno bene asciutti disponeteli nei barattoli con qualche foglia di alloro e tanto olio da riempire ciascun recipiente. II giorno successivo, reintegrate l’olio che sarà stato assorbito dai carciofi e chiudete ermeticamente i barattoli.


Estratto di fungo
In primo luogo li trito fini fini, poi li metto nel mortaio e aggiungo acqua. Pesto bene ed il succo filtrato lo metto in pentola. Ripeto l’operazione finchè i funghi non rilasciano più succo. Salo molto abbondantemente il succo e faccio bollire finchè il tutto non si addensa e raggiunge una consistenza simile a quella della salsa di soia. Imbottiglio ed utilizzo per insaporire: bastano poche gocce per sostituire il sale e donare a qualsiasi piatto un buon aroma di fungo.

PEPERONCINI RIPIENI (a crudo)
Ingredienti:

  • Peperoncini tondi rossi
  • aceto
  • olio, sia di oliva che extravergine
  • acciughe, olive e capperi

Al mattino, vanno svuotati dai semi e messi in aceto freddo (meglio, ovviamente, proteggere le mani con dei guanti da chirurgo). Devono essere ben coperti: ogni tanto, vanno girati in modo che si bagnino bene tutti. Al mattino dopo, vanno scolati e messi con il buco all’ingiù su un tagliere di legno e coperti da un canovaccio. Si lasciano cosi’ per almeno 24 ore, in modo che si scoli al meglio, e poi si farciscono con acciughe e capperi (o tonno, o altro a vostro gusto).

Ricerca personalizzata