Giunge alla sua terza edizione il Festival del Bacio a Napoli. Tra poco meno di due settimane alcune zone della città, come via Toledo e il Vomero, saranno tappezzate di opere d’arte illuminate di rosso e negozi, aperti anche di sera, con l’hashtag #cuoredinapoli.
Si tratta di un festival completamente ideato e realizzato dagli studenti della Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, con l’intento di fondere tutte le anime grazie alla forza relazionale che è insita – più o meno segretamente – in ognuno di noi.

Più che un festival, gli organizzatori l’hanno definito una “scultura antropologica/relazionale” estesa in tutta la città, un gesto artistico vero e proprio, che da febbraio, con la nascita del concept #cuoredinapoli, sta prendendo piede per le vie del capoluogo.
Già dal giorno di San Valentino, infatti, moltissime azioni virali a riguardo sono state protagoniste della strada e dei social network. Chi è di Napoli potrà avere qualche anticipazione sui dettagli dal 10 marzo alla Fnac del Vomero, ore 15.00.

L’immenso percorso di 6 km, che unisce la Galleria Principe a Piazza Vanvitelli, ha unito gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti, l’Assessorato alla Cultura e moltissimi commercianti, che allestiranno a festa le vetrine, con cubetti rossi e un cuore pixellato (replica di “Cuore”, un’installazione luminosa posta da più di un mese sulla collina di San Martino).

Questo grande “Cuore” rosso, emblema dell’evento che scandisce il ritmo del festival, e una seconda scultura composta da oltre 400 cubetti in plexiglass pulsanti, intitolata “Anima”, permettono di conciliare due universi di senso differenti: il mondo digitale, costituito da modularità elettroniche, e l’universo popolare, grazie al quale ogni opera riesce ad evocare la forma dei sentimenti, degli affetti e dell’amore.

Cittadini e visitatori diventeranno, infatti, il flusso ininterrotto che darà vita alla città. Ci saranno poi anche esibizioni e performances di artisti lungo tutto il percorso e, per non farsi mancare niente, a Piazza del Plebiscito, sarà possibile interagire personalmente, attraverso uno maxischermo, con il #cuoredinapoli: basterà condividere una foto su Instagram con l’hashtag #cuoredinapoli per vedersi proiettati in tempo reale.

Tutti coloro che sono interessati, ma per ragioni geografiche non parteciparanno, possono seguire l’evento passo a passo direttamente dal sito www.festadelbacio.it, o stare sintonizzati su Radio Kiss Kiss Italia, mediapartner dell’evento, presente con alcuni inviati lungo il percorso.

Il 21 marzo il #cuoredinapoli sincronizzerà tutte le pulsazioni, di modo da ritrovare l’unità perché “il battito di molti unisce le sorti”, fonda il tutto, sottolinea l’importanza della relazione.
Non è una notte bianca, e nemmeno una notte rossa. Non è solo divertimento. È la possibilità di nuovi scenari, nuove modalità di vivere e sentire.
Partecipa, tagga, osserva, condividi, bacia. Questi sono i concetti base per una campagna di comunicazione nazionale e internazionale, con l’obiettivo di sviluppare le relazioni e le condivisioni di momenti della vita quotidiana.