Dal palco di Zelig, tra risate e applausi noto comico finito nel baratro della giustizia italiana

Marco Della Noce, il comico di Zelig che per anni ci ha tenuti incollati alla tv, facendoci divertire e ridere fin al scoppiare, è finito a vivere nella sua macchina. Il motivo? La separazione della moglie, in seguito alla quale il pignoramento dei suoi beni, cioè la partita Iva.

Ma come si fa? in che paese viviamo? Le cose sono cominciate insieme al provvedimento da parte del Tribunale per i minori di Milano che decide il pagamento degli alimenti per i tre figli avuti dalla moglie, poi lo sfratto dalla sua casa, e cosi su due piedi dalle stelle arrivi alle stalle.

Ma come nei peggior film, il peggio doveva ancora venire, si sa quando si è in difficoltà, dopo la famiglia vengono gli amici di una vita e gli conoscenti con cui magari hai lavorato per 35 anni, ma quasi nessuno presente a darle una mano. Questo si, è triste.

Senza dimora, senza lavoro, senza affetti, può contare solo sul amore dei suoi tre figli e qualche caro e vecchio amico. La decisione dei giudici lo hanno messo in grosse difficoltà, facendogli perdere dei contratti lavorativi e credibilità professionale. Cosa spinge una donna con cui si è condiviso 30 anni di vita ad essere cosi crudele?

Ricerca personalizzata