Di nuovo Krasic. Inter: stop e nervi tesi

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ffVE5Gxvjm8[/youtube]Tante emozioni nel lungo pomeriggio della tredicesima giornata di serie A, con una Juventus lanciatissima nella rincorsa al Milan e con l’Inter che si ferma di nuovo, questa volta sul campo del Chievo Verona.

    Andiamo con ordine: alle 12.30 i bianconeri scendono in campo a Genova contro gli uomini di Ballardini. Partita che si risolve nei primi venti minuti: il primo gol è l’ennesima figuraccia di Eduardo su un tiro deviato di Marchisio, il secondo è la classica azione “alla Krasic“, finalizzata dallo stesso giocatore serbo con un diagonale che non lascia scampo al portiere portoghese.             I bianconeri raggiungono quindi quota 23 punti e si piazzano al terzo posto. 

    A Verona, tra Chievo e Inter finisce 2 a 1. Inter distratta, superficiale e sfortunata; gli uomini di Benitez, infatti, hanno sofferto le iniziative dei clivensi che nel primo tempo si sono portati in vantaggio con uno stupendo gol di Pellissier. Il gol dell’attaccante valdostano crea lo scompiglio tra i nerazzurri: Eto’o, in uno scabroso revival dell’episodio Zidane-Materazzi, sferra una testata al centrale difensivo del Chievo Cesar che va a terra. Nessuna sanzione per l’attaccante camerunense. Benitez non riesce a dare la scossa ai suoi, tant’è che Moscardelli punisce Castellazzi per la seconda volta. A nulla vale il gol di Eto’o a tempo scaduto: i nerazzurri scivolano al sesto posto in classifica.

    Al “Tardini” finisce in parità tra Parma e Lazio. I primi a passare in vantaggio sono i ducali grazie alla bellissima incornata dell’ex di turno Crespo. Il pareggio arriva allo scadere del primo tempo con Floccari che sfrutta le sue leve sugli sviluppi di un calcio d’angolo. I biancazzurri rosicchiano quindi solo un punticino al Milan, che ora ha tre punti di vantaggio.

    La cura Donandoni sembra aver fatto bene al Cagliari che vince al “Rigamonti” di Brescia, rimontando il vantaggio delle rondinelle siglato su rigore dall’airone Caracciolo. I gol dei sardi sono stati messi a segno da Matri e da una grandiosa punizione del capitano Daniele Conti da considerevole distanza.

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DuUa_WkU-VY[/youtube]

    Gol ed emozioni a Lecce, per Lecce-Sampdoria. I blucerchiati sembrano congelare già nella prima mezz’ora con la doppietta di Pazzini e con il vantaggio numerico dopo l’espulsione di Chevanton. Tuttavia, nel secondo tempo, i salentini riescono nell’impresa clamorosa di rimonta grazie alle reti di Di Michele e Diamoutene. Quando ormai gli uomini di De Canio sembrano essere riusciti a mantenere l’imbattibilità casalinga, arriva il terzo gol di Pazzini che si porta a casa pallone e tre punti.

    Al “Dino Manuzzi” di Cesena, il Palermo fa bottino pieno grazie a Ilicic e Miccoli, che torna al gol dopo sei mesi. Il momentaneo pareggio dei bianconeri lo ha realizzato Erjon Bogdani: il gol dell’albanese non è bastato a fermare la buona striscia positiva dei rosanero che ottengono la terza vittoria consecutiva.

    Nello scontro-Salvezza Catania batte Bari 1-0. Il gol della vittoria dei rossazzurri è stato ad opera di Terlizzi.

    Questa sera Napoli-Bologna al San Paolo: i partenopei vogliono approfittare di eventuali blocchi psicologici dei rossoblu, in piena crisi societaria. In caso di vittoria, il Napoli scavalcherebbe la Juve piazzandosi al terzo posto con 24 punti.

    Ricerca personalizzata