E Vegas cerca il dialogo con Bankitalia e Parlamento

    E’ già un esordio innovativo quello che ha fatto ieri il neo Presidente della Consob Giuseppe Vegas, al Senato, alla sua prima audizione da presidente dell’authority.

    La linea che ha designato Vegas, infatti, contiene alcune novità non di poco conto.

    Il Presidente ha fatto sapere che sarebbe suo auspicio avere incontri regolari con le commissioni parlamentari, e di volere istituire un rapporto di maggiore collaborazione con gli altri organismi di vigilanza, in primis Bankitalia. 

    Ricordiamo che la Banca d’Italia è competente nel controllo del settore bancario, in pratica svolge le funzioni della Consob, per le banche; ma a volte gli accavallamenti delle loro competenze e la scarsa collaborazione tra i due organismi hanno portato a falle nel sistema dei controlli, che in alcuni casi scoraggiano il mercato ad investire e le stesse imprese a quotarsi.

    Quella di Vegas, quindi, andrebbe vista non come un’uscita estemporanea e formale, ma come un punto di svolta, nei rapporti tra organi di vigilanza e tra questi e il Parlamento.

    Vegas ha poi ribadito di puntare alla difesa del risparmio, bene abbondante in Italia e scarso altrove, come previsto dalla stessa Costituzione.

    Ricerca personalizzata