Eurocup: tutto in una notte per le italiane. Reggio vince al debutto

Reggio Emilia si aggiudica la prima vittoria in Eurochallenge. Vittoria sicura contro la squadra belga dell’Okapi Aalstar, che ha visto gli uomini di Menetti imporsi con un deciso 80 a 63. Terzo periodo decisivo con l’allungo che si è rivelato fondamentale per portare a casa il lato buono del referto.

In maglia Grissin Bon ottimi Karl e i giovani Frassinetti e Mussini; grande prova di Greg Brunner che mette a segno 22 punti e conquista 9 rimbalzi: è il lungo ex Montegranaro a determinare il match con un terzo quarto da padrone assoluto nel parziale che vede Reggio Emilia staccare in doppia cifra i belgi.

Stasera sarà il turno dell’Eurocup: le nostre italiane tutte in campo nella serata odierna con impegni sulla carta molto difficili. Grande interesse per la doppia sfida Spagna-Italia: Roma infatti si troverà davanti la squadra del CAI Zaragoza. Tanto talento per la squadra iberica che può contare su vecchie facce del nostro campionato: Sanikidze su tutti, ma anche Shermadini e Tabu, ex di Cantù.

Roma dovrà tenere in difesa contro i lunghi di Saragozza, che possono sfruttare la maggiore altezza e qualità contro i giocatori più atletici di Roma. Hosley e Goss dovranno essere all’altezza della situazione, contando soprattutto sull’eclettico play americano che vorrà rifarsi dopo la brutta prestazione di domenica in campionato.

Sfida ostica anche per Varese impegnata in quel di Valencia: la squadra di casa presenta un roster di altissimo profilo che vede nell’esperto Sato, ex Siena, il giocatore di punta. Il gioco è affidato alle mani del play belga Van Rossom, mentre il centro ucraino Lishchuck garantisce fisico e centimetri sotto canestro. Banco di prova importante per i giocatori in maglia Cimberio, che sperano di ripetere la buona prestazione regalata nell’impegno di campionato che ha visto Clark e Polonara in grande condizione.

Altra trasferta per Sassari che dopo la batosta di Cremona farà visita a Zagabria sponda Cedevita. I croati sono allenati dal maestro Repesa, che può contare su un gruppo solido e forte, quasi tutti nel giro della nazionale, con lo storico Marino Bazdaric a dare esperienza ad uno dei roster più giovani dell’Eurocup. Inesperti ma talentuosi, i croati trovano una Dinamo ferita nell’orgoglio, con coach Sacchetti insoddisfatto, e ci mancherebbe, dopo la prova di Cremona lamentando una mentalità eccessivamente leggera e disattenta, inspiegabile vista l’esperienza dei giocatori. Ci si aspetta la solita prova europea di Drake Diener ma attenzione anche ad Omar Thomas parso in gran forma.

A chiudere il programma delle italiane in Eurocup la sfida tra Cantù e i cechi del Nymburk. L’allenatore dei rivali di Cantù è uno dei santoni del basket europeo, il lituano Kemzura, che si trova ad allenare un roster esperto e di grande livello sebbene al momento il cammino in Eurocup non sia stato proprio irreprensibile con una sola vittoria in tre partite. I fratelli Rancik, Jiri Welsh e Benda sono i volti noti tra i giocatori della squadra; in casa FoxTown Sacripanti va a caccia dell’ennesima vittoria nel girone, contando sui soliti noti Ragland e Aradori, ma inutile nascondere l’impatto che sta avendo in questa fase della stagione Stefano Gentile, che uscendo dalla panchina sta producendo punti e impatto sui risultati di Cantù, con inevitabili occhi puntati sulla sua prova.

[foto : www.repubblica.it ]

Ricerca personalizzata