Falla di sicurezza scoperta su iPhone

    La foto pubblicata qui sotto può non dirvi molto se non vi siete interessati del Black Hat Security Conference, ma alcuni di voi riconosceranno Charlie Miller.

    iphone-3gs-charlie-miller

    Ebbene quest’uomo è riuscito a prendere il controllo di un Mac in soli due secondi sfruttando un exploit; mi direte, e cosa c’entra con l’iPhone?

    C’entra eccome, dato che il suo nuovo passatempo è ora quello di trovare falle nei cellulari di casa Apple. Miller ha infatti già scoperto una falla nell’iPhone 3G, che è potenzialmente pericolosa in quanto si riesce a far partire una applicazione senza la volontà dell’utente.

    Inoltre nel suo intervento(durante la conferenza SyScan di Singapore) specifica che i cellulari jailbroken sono anche più a rischio dato che l’hack elimina l’80% dei sistemi di sicurezza Apple, e che, di fatto, renderebbe all’exploit vita facile, permettendogli di acquisire i permessi di amministrazione.

    Speriamo che la Apple corra ai ripari con il nuovo firmware 3.1.

    Ricerca personalizzata