Frecciarossa Trenitalia: arriva la rete Wi-Fi e Umts

    Inizia una nuova era per chi viaggia sui treni ad alta velocità Frecciarossa. Tramite un accordo firmato da Telecom Italia e Ferrovie dello Stato si è avviato infatti un processo per costruire una fitta rete di telecomunicazione che porterà i clienti FS a poter utilizzare i servizi tecnologici di voce e dati, anche sui treni.
    Questa grande innovazione rivoluzionerà il modo di viaggiare degli italiani, in quanto alcune tipologie di clienti potrebbero deviare la loro rotta sui binari, per poter lavorare anche in quelle ore di attesa.
    Per questa operazione d’implementazione della rete Wi-Fi ed Umts sono stati spesi all’incirca 100 milioni di euro. Il servizio partirà il 12 dicembre sulle linee di percorribilità veloce Frecciarossa Milano-Napoli e durante il primo mese, per usufruirne, bisognerà pagare soltanto un centesimo, spesa indicativa dovuta per l’identificazione dei clienti, in modo da conformarsi al decreto Pisanu. Successivamente ci saranno dei costi per chi desidera usufruire del servizio, ma ancora non si conosce il loro ammontare. Per chi invece utilizzerà i propri mezzi per collegarsi in modalità 3G, le tariffe saranno quelle del proprio operatore, perché appunto la grande innovazione comprenderà anche gli altri operatori che vorranno collaborare con Trenitalia, attualmente sono già in lizza Vodafone e Wind.
    Il primo viaggio-prova è stato già effettuato sulla linea Milano-Bologna ed è stato un vero successo: l’attività di scambio dati non è apparsa particolarmente veloce, ma ha garantito tutti i servizi principali, come l’apertura della propria casella di posta oppure la lettura di giornali online.
    Il lavoro fatto fin’ora è stato in definitiva eccellente, ma in numerosi si chiedono ancora quando verranno incentivate migliorie anche su altri fronti da parte di Ferrovie dello Stato, come per esempio sulle ben più gravi inefficienze riguardanti le affollate linee minori. Tuttavia non vogliamo alimentare polemiche, anche perché si andrebbero a toccare altri argomenti e ringraziamo chi ha permesso questo fantastico servizio: che possa essere soltanto l’inizio per un cammino verso ancor più tecnologia nei nostri viaggi.

    Ricerca personalizzata