Gay Pride a Napoli: migliaia in piazza

Ieri in data 29 giungo 2013 si è svolto il Gay Paride a Napoli, un trionfo di popolarità che ha raccolto 10 mila persone contro la lotta l‘omofobia e per chiedere al governo di intervenire sulle unioni di fatto e in particolare sui matrimoni tra persone dello stesso sesso. Lo stesso sindaco della città partenopea, Luigi De Magistris era in prima fila stringendo lo striscione che apriva lo striscione della sfilata con la scritta – un futuro da scrivere insieme.

Questo ha dimostrato tutto il suo consenso alle unioni omosessuali chiedendo al governo d’intervenire al più presto e di attivarsi in tal senso affinchè siano riconosciuti i diritti civili di ogni cittadino.  –  Personalmente conosco solo l’unione dell’amore – ha affermato il primo cittadino napoletano. Lo stesso continua esprimendo il suo pensiero e al contempo lanciando un grido al Governo su questo tema tanto spinoso, che in Italia vede diversi fronti contrapposti, tra questi la Chiesa che come sappiamo è contraria all’amore tra persone dello stesso stesso, soprattutto al matrimonio.

De Magistris chiede al Governo che si adoperi affinchè venga varata una legge non solo sui matrimoni gay ma anche sull’omofobia e che si discuta sulle adozioni. Una bella dimostrazione per le vie della città che ha accolto anche il consenso di numerose famiglie che dai balconi e dalle vie secondarie hanno partecipato alla “festa” lanciata dal Gay Pride.

Inoltre presenti c’erano anche Alessandro Cecchi Paone e l’atttrice Isa Danieli:  Paone da diversi anni ha dichiarato la sua omosessualità e si batte affinchè vengano loro riconosciuti tutti i diritti e soprattutto che finalmente si dica basta alle violenze sugli omossesuali. Alla domanda sul perchè sia stato assente a quello milanese e presente invece lì a Napoli, ha semplicemente detto che per lui i cambiamenti nel nostro paese partono dal sud, queste le sue parole:

“Avrei potuto partecipare al Gay Pride di Milano, ma ho scelto Napoli perché so che in Italia le battaglie si vincono sempre partendo dal Sud. È una giornata magnifica perché unisce l’effervescenza della sfilata all’entusiasmo tipico dei napoletani.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=aWrBLaJiSFY[/youtube]

Presente  AL Gay Pride napoletano anche  l’attrice Isa Danieli, la vera madrina della manifestazione la quale al termine del corteo, grida ad alta voce la necessità ormai giunta anche per il nostro paese dopo il “sì” di Francia e Stati Uniti al matrimonio gay di agire in favore delle unioni omosessuali;  si scaglia contro chi  in questi giorni in base alle ultime vicende che hanno interessato il nostro paese, si sono rivolti a favore di un personaggio a suo dire discutibile a discapito dei diritti dei gay.

Ricerca personalizzata