George Michael e i suoi 50 anni spericolati

Tanti auguri alla pop star George Michael arrivato alla soglia di 50 candeline. Mezzo secolo vissuto dal cantante inglese tra successi, milioni di dischi venduti e una vita ricca di eventi turbolenti, che l’hanno visto diverse volte avere problemi con la legge e gravi e seri complicazioni di salute.

La sua carriera comincia con il duo Wham; erano gli anni ottanta quando insieme al chitarrista Andrew Ridgeley fonda questo gruppo. Subito arriva il successo, ma nel 1986 George Michael decide di intraprendere il suo viaggio nel mondo della musica come cantante solista.

L’idea si è rilevata propizia per la star, da quel momento in poi si sono registrati grandi successi e milioni di dischi venduti. La sua carriera così come anche la vita ha conosciuto diversi intoppi, come quando per un problema con una casa discografica, il suo futuro nel mondo della musica ha subito un grave arresto.

Tutto successe quando uscì il suo secondo album – Listen without prejudice vol.1– periodo in cui lo stesso George Michael cominciò la sua personale battaglia contro la figura di sex simbol. In quel periodo di forte maturazione artistica, la casa discografica trovò la chiave per aprire un processo contro il cantante inglese, quest’ultimo ne uscì sconfitto con le conseguenze di cui sopra accennate.

Il suo temperamento di “ragazzo” ribelle non gli ha permesso di arrendersi e oggi arriva a compiere 50 anni e a ritrovarsi ancora presente nella realtà del mondo musicale. Non è stato un esempio di vita tranquilla, anzi, sempre all’insegna del rischio e del pericolo, una vita spericolata come canta Vasco Rossi – fumando spinelli e facendosi arrestare per guida in stato di ebbrezza con conseguente ritiro di patente.

I guai per la star inglese sono sempre stati presenti, una condizione che devi sempre mettere in conto quando si vive sempre agli eccessi; problemi e infezioni polmonari hanno bloccato diverse volte l’artista; la sua vita personale è stata anche costellata da attacchi di ansia, che spesso in diverse occasioni hanno generato la cancellazione di alcuni suoi concerti.

L’ultimo rischio l’ha vissuto circa un mese in cui si è trovato coinvolto in un gravoso incidente stradale su un’autostrada inglese; alla guida c’era un suo amico, un brutto incidente in cui George Michael ha riscontrato solo qualche escoriazione di poco conto ma un forte stato di shock per essere stato sbalzato fuori dall’auto e ritrovarsi sull’asfalto. Niente di serio e grave per fortuna.

Il 1998 è ricordato come l’anno in cui la star fece il suo personale coming out e fu arrestato nel tentativo di adescare un poliziotto in borghese.

Questi sono i titoli di alcuni suoi grandi successi:

 
– “Faith” che uscì verso la metà degli anni 80; un successo planetario con 17 milioni di dischi venduti.
– “Older” uscito nel 1996 che segna la sua rinascita nel mondo della musica dopo un periodo di fermo in seguito alla brutta vicenda processuale con la casa discografica. In verità non ha mai abbandonato la musica, di fatti nel periodo di fermo ha comunque collezionato diverse collaborazioni importanti: Aretha Franklin, Elton John, Stevie Wonder per citare qualche nome. Per non dire poi di quando cantò con i mitici Queen per celebrare Freddy Mercury al concerto di Wembley.
– Merita di essere menzionata anche la rivisitazione di “Roxanne” – un grande successo anche quello.

Una vita di grandi successi, un nome intramontabile nel mondo della musica: tanti auguri a George Michael.

 

 

Ricerca personalizzata