Il grande ritorno dei Pearl Jam con un tour mondiale

Sono settimane che si rincorrono voci sul prossimo tour mondiale dei Pearl Jam, nel quale verrà presentato il loro nuovo disco, Lightning Bolt, il decimo del loro straordinario percorso musicale.
Terminati i festeggiamenti del ventennale della loro carriera, gli artisti che negli anni ’90 hanno venduto più di sessanta milioni di dischi in tutto il mondo e che sono considerati i ‘sopravvissuti del rock’, ritornano in pompa magna con un fitto programma di concerti, per ora confermato ufficialmente nelle sole date previste in Nuova Zelanda, Australia e Stati Uniti.

Insomma Eddie Vedder e compagni riescono sempre a far parlare di se stessi e a generare affetto e attesa come dieci o venti anni fa, nel periodo più prolifico della loro storia.
Per la prima volta il titolo dell’album riprende quello di una canzone in scaletta e per ogni traccia musicale v’è una immagine associata, quasi come se ci si trovasse dinnanzi ad un concept album.
La copertina si distingue per un valore più simbolico che estetico, nonostante il gradevole artwork che contraddistingue la realizzazione di tutto l’album e che tradisce la cifra stilistica che da sempre caratterizza il gruppo.

Le tracce saranno dodici e non si discosteranno molto dallo stile grunge che ha caratterizzato il leggendario sound dei Pearl Jam.
L’impronta del frontman Vedder appare più corposa che mai, data l’introduzione nell’album di una traccia appartenente ad un suo lavoro da solista: ‘Sleeping by myself’ tratto da ‘Ukulele Songs?’.

La band che, come si scrisse su Rolling Stone, “spese la maggior parte dei anni ’90 ad allontanare la propria fama’ sembra avere cambiato l’approccio con il pubblico e la tipologia delle esibizioni.
Se prima Vedder era famoso per le grandi arrampicate su pali e sostegni e per i suoi esaltanti tuffi nella folla, adesso riesce ad occupare la scena in modo diverso, con movenze da rocker che sottraggono attenzione al resto del gruppo.

I fans italiani non possono fare altro che attendere una conferma definiva sulla presenza dei Pearl Jam in Italia, in un luogo che con molta probabilità sarà lo stadio San Siro di Milano e che farà da sfondo ai successi più importanti della band e alle nuove canzoni di Lightning Bolt, un album definito, si spera con ragione, ‘molto Pink Floyd’.

Ricerca personalizzata