Il Pdl sospende i lavori in Parlamento per protesta contro il processo Mediaset: vi sembra normale?

La decisione di fissare il grado della Cassazione sul processo Mediaset già il prossimo 30 Luglio scatena l’ira del Pdl, che stamane è addirittura arrivato a chiedere 3 giorni di sospensione dei lavori del Parlamento, per una direzione straordinaria del partito che dovrà decidere la linea da adottare contro questa giustizia, che loro definiscono ad personam contro Silvio Berlusconi.

Anche nel vertice di maggioranza di oggi alle 14 non sarebbe garantita la presenza del Pdl, con la Santanchè che minaccia non troppo velatamente una crisi di governo se non dovesse essere accordata la richiesta di sospensione dei lavori parlamentari: “Se dovesse arrivare un ‘no’ sulla richiesta di moratoria dei lavori parlamentari, capiremmo che non c’è un governo di coalizione. Far cadere un governo non è un’azione politica, è una conseguenza di un’azione politica”.

Staremo a vedere, ma intanto noi chiediamo alle nostre lettrici ed ai nostri lettori se si tratta di un accanimento giudiziario per far fuori politicamente Silvio Berlusconi, oppure se lo scandalo stia nel bloccare i lavori di un Parlamento nazionale per i problemi personali di un leader di partito……………..

Ricerca personalizzata