Il ritorno di Breaking Bad grazie a una teoria insolita di Katzenberg

A meno di un mese dalla puntata finale dell’ultima stagione di Breaking Bad , Katzenberg ridà speranza ai tanti fan che hanno seguito Walter White per cinque lunghe stagioni, che per gli appassionati sembrano troppo poche.

Jeffrey Katzenberg, responsabile dell’animazione Disney e cofondatore, assieme a Steven Spielberg e David Geffen, della Dreamworks, la famosa casa di produzione cinematografica statunitense, si dice pronto ad offrire al team di Breaking Bad 25 milioni di dollari a episodio per continuare a lavorare al soggetto che sembrava terminato. Si tratterebbe di creare dei mini episodi da sei minuti ciascuno da trasmettere nel corso di un unico mese.

Il fondatore della Dreamworks ha illustrato durante il MipCom, la fiera mercato della televisione internazionale tenutasi a Cannes dal 13 al 17 ottobre, le nuove strategie dell’azienda e quindi anche l’idea di somministrare agli “affamati” di Breaking Bad altri episodi della serie in piccole pillole.
Ma come ha spiegato le sue teorie al vasto pubblico del MipCom?
Lui utilizza la “teoria del parfait”. Katzenberg ha spiegato come gli strati del semifreddo siano l’uno di integrazione o completamento all’altro. Questo succede nel mondo dei media: ripercorrendo la loro storia, a partire dall’invenzione della stampa, al passaggio alla radio, la creazione dei cinema, in seguito l’arrivo della tv e per finire l’approdo al web. Questi secondo Katzenberg sono tutti strati di un grande parfait, che non si coprono l’un l’altro, a differenza di come ad esempio si pensava all’arrivo della tv, vista come rivale del cinema, al contrario si completano, rendendo semplicemente l’offerta mediatica più ampia e di conseguenza più completa.

È in quest’ottica che il fondatore di Dreamworks ha pensato alla creazione dei mini episodi di Breaking Bad in pay-per-view. L’ultimo strato aggiuntosi ai precedenti, a partire dalla stampa di Gutemberg, è quello dei “media mobili”, ovvero quello fatto di smartphone, tablet e Iphone. Katzenberg spiega come attraverso queste nuove apparecchiature noi possiamo sconfiggere l’attesa: abbiamo il mondo a portata di mano, anzi come direbbe lui “a portata di touch”.

Proprio perché crede nei nuovi media, Katzenberg ha firmato all’inizio del 2013 un accordo con Netflix, il colosso americano dello streaming di film e video, acquistando AwesomenessTv, un network multicanale che opera su YouTube.
Chi lo sa se davvero tra qualche tempo Walter White e compagni riprenderanno vita grazie alla teoria di Katzenberg sul semifreddo. Non ci resta che aspettare la risposta del produttore della serie, Vince Gilligan, e del suo staff.

Ricerca personalizzata