Il Tarantino furioso: trafugato il copione del suo nuovo film

The hateful eight non si farà più. Ne dà notizia lo stesso Quentin Tarantino, che mesi fa aveva annunciato titolo e soggetto del suo prossimo film: un altro western, un omaggio ai Magnifici Sette (o I sette samurai).

Le riprese di The hateful eight sarebbero dovute iniziare entro l’anno, ma il primo ciak non avrà mai luogo. Il motivo? Lo spiega lo stesso Tarantino a Deadline: “Sono davvero depresso. Avevo ultimato una sceneggiatura, una prima bozza, e non intendevo cominciare le riprese prima del prossimo inverno, fra circa un anno. Ho affidato il copione a sei persone, e a quanto pare oggi è già venuto fuori“.

Il colpevole? Tarantino ha diverse idee: “Anche Reggie Hudlin (produttore di Django Unchained) ne aveva una copia e ha lasciato che un agente entrasse in casa sua e la leggesse. È stato un tradimento, ma fortunatamente l’agente non ha finito di leggere la storia“. A questo punto i sospetti più forti ricadono su due attori che avrebbero dovuto far parte del progetto, Michael Madsen e Bruce Dern, altri due a cui il regista di Pulp Fiction aveva affidato il copione.

Adesso Quentin considera la possibilità di trasformare la sceneggiatura in un romanzo: “So solo che pubblicherò The hateful eight, e per ora questo è tutto. Avevo dato la sceneggiatura a sei persone e se non posso fidarmi degli accordi presi con loro, allora non ho più voglia di girare il film.”

A questo punto però la domanda sorge spontanea: si tratta di spionaggio hollywodiano o di bluff organizzato proprio da Tarantino? Conoscendo il tipo, non ci sorprenderemmo se fosse proprio così.

Ricerca personalizzata