Izis Bidermanas, le immagini diventano poesia

È lituano l’autore delle fotografie esposte al Museo Nazionale Alinari della Fotografia, e si tratta di Izis Bidermanas. Non è un artista molto conosciuto, ma le sue immagini vanno osservate con attenzione per coglierne il senso: nonostante si addentri nei sogni più profondi, la sua è realtà. Una realtà personale, individuale, che supera ogni schema tradizionale.

La mostra fotografica è stata curata dal figlio di Bidermanas che ha selezionato 120 immagini, e tutte queste celano qualcosa che è quasi invisibile agli occhi, ma solo percepibile con la mente: la mente può far viaggiare oltre ogni limite, far conoscere luoghi sconosciuti e farli amare per quelli che sono. Le fotografie di Izis vengono considerate poesie, nel senso figurato del termine, poichè raccontano la sua interiorità, il suo sentire.

Sono presenti molte foto che richiamano Parigi e la sua vita nei vari quartierini fino ad arrivare all lavoro nelle piantagioni israeliane. Tutti squarci di vita, che diventano fondamentali per Izis Bidermanas, poichè, quando decide di focalizzare l’obiettivo, tutto prende forma secondo la realtà che ha di fronte e che vuole rappresentare.

Focalizzare l’obiettivo è il momento in cui tutte le sue emozioni si manifestano, non esiste nulla al di fuori di quel pezzo di realtà che si sta mettendo a fuoco, e per quanto invece un’immagine possa apparire distante il poeta-fotografo ne sarà sempre fedele. Bidermanas infatti vuole solo far conoscere quello che sente. Chi si approccerà e cercherà di comprendere, si renderà conto di essersi addentrato in qualcosa di veramente reale e profondo.

Ancora tre giorni per ammirare la mostra a Firenze. Il mondo di Izis lascerà totalmente esterrefatti.

Ricerca personalizzata