La dieta primaverile per combattere la stanchezza

    Quale dieta fare per combattere la stanchezza di primavera? La stagione del risveglio è cominciata, anche se paradossalmente in questo periodo il fisico risente del carico invernale dovuto a malanni di stagione, influenze e raffreddori vari. La primavera tanto attesa è dunque iniziata e l’inverno sembra essere accantonato così come il freddo, che quest’anno è stato davvero tremendo. L’organismo, dicevamo è logorato da una strana e consueta stanchezza che purtroppo è difficile da contrastare, ecco che come sempre quando si parla di salute, la parola “magica” sta sempre racchiusa in alimentazione sana.

    Si parla così di dieta o meglio di regime alimentare corretto per contrastare l’avanzare della primavera che oltre a portare prati in fioritura e le belle e lunghe giornate ricche di sole, arriva anche questo strano sentore di spossatezza, che può danneggiare la nostra qualità di vita per i prossimi due mesi.

    Quali sono dunque i cibi da preferire in questo periodo? Sicuramente si devono preferire alimenti che ci aiutino a contrastare l’avanzamento dei radicali liberi e quindi tutti quei cibi che caccino le tossine in eccesso dal nostro corpo. Questo perché durante la stagione fredda si tende ad alimentarsi con alimenti ricchi di grassi e zuccheri che purtroppo hanno arricchito il nostro corpo di queste sostanze, che adesso influiscono sul nostro rallentamento e sulla stanchezza tipica di primavera. Quindi sì a verdura e frutta ricchi di antiossidanti che hanno questa specifica funzione. Gli esperti consigliano di consumare la frutta secca come le mandorle e lo yogurt a colazione insieme ai cereali d’avena, così come anche piccole macedonie di frutta tipica di stagione che s’incomincia a intravedere sui banchi dei supermercati.

    Ci sono le prime fragole, ricche di flavonoidi che giocano un ruolo fondamentale contro l’invecchiamento e quindi contro i radicali liberi. Hanno anche effetto diuretico, il che serve a depurare il fisico dalle sostanze in eccedenza. I cereali integrali sono sempre da preferire perché sono ricchi di fibre e sicuramente aiutano l’azione depurativa del nostro organismo. Inoltre come sempre quando si parla di alimentazione sana, si deve bere molta acqua, circa 2 litri al giorno e ridurre al minimo le bevande alcoliche e gassate che appesantiscono ancora di più l’organismo.

    Inoltre in questo modo si favorisce non solo la diuresi ma si combatte in modo energico anche la ritenzione idrica, nemica della forma fisica; in virtù della prova costume, è una peculiarità che non si deve dimenticare e trascurare.

    Ottimo anche l’aiuto del tè verde che oltre ad essere un forte antiossidante facilita la depurazione e la diuresi; importante anche per la tutela del fegato e dei reni, che in inverno sono stati appesantiti dai cibi troppo grassi. Sì dunque alle verdure e in particolare ai carciofi che aiutano a mantenere l’equilibrio della flora batterica, un effetto tipico dei cambi stagionali. Vanno benissimo i pomodori sempre le proprietà antiossidanti di cui sopra, ed anche i mirtilli,che svolgono un’azione oltre che antiossidante anche antinfiammatoria.

    Dedicate più tempo all’aria aperta ed esercitate un’attività fisica moderata ma costante, aiuterà a ripristinare il buon umore.

    Ricerca personalizzata