L’arte italiana premiata tra New York e Londra

L’arte italiana anche per questo 2014 si presta ad essere tra le più esposte sia in Europa che in America e gli appuntamenti in programma sono davvero tantissimi.

Già dal prossimo 14 gennaio il Metropolitan Museum of Art di New York dedicherà una esposizione a Piero della Francesca ed alla sua pittura devozionale. Il tutto sarà interamente incentrato su quattro opere: San Girolamo e il donatore Girolamo Amadi, proveniente dalle Gallerie dell’Accademia di Venezia, La Madonna di Senigallia della Galleria Nazionale delle Marche di Urbino, San Girolamo Penitente dalla Gemaldegalerie di Berlino e una Madonna con Bambino appartenente ad una collezione privata di New York. Le quattro opere mai esposte insieme prima di adesso mostreranno in pieno l’arte e le peculiarità di questo importante rappresentante del Rinascimento italiano.

Dal 21 febbraio, sempre a New York, il Guggenheim mostrerà l’attesissima esposizione dal titolo “Italian Futurism, 1909-1944: Reconstruction the Universe”. Le opere presentate saranno ben 300, tutte realizzate entro la prima metà del secolo scorso. Questa è propriamente la prima mostra che l’America dedica a questo periodo in particolare.

Anche Londra in fatto di mostre di spirito italiano non è da meno degli Stati Uniti. Difatti dal 19 marzo la National Gallery esporrà la prima mostra monografica dedicata a Paolo Calieri, meglio conosciuto come il Veronese. A rappresentare il Veronese quale maggior esponente del rinascimento veneziano saranno 50 sue opere, un percorso che porterà i visitatori a comprendere al meglio la sua evoluzione artistica.

Sempre a Londra, all’interno del Victoria and Albert Museum dal 5 aprile aprirà i battenti una mostra interamente dedicata alla moda italiana del secondo dopoguerra ad oggi, dal titolo “The Glamour of Italian Fashion 1945-2014“. Un excursus sulla storia del made in Italy attraverso le grandi firme che ancora oggi rappresentano l’Italia nel mondo.

Ricerca personalizzata