Lazio-Trabzonspor: uno 0-0 che fa male alla squadra di Petkovic

Di questa Lazio ultimamente ne abbiamo parlato tanto, la situazione non è certo idilliaca visti i brutti risultati in campionato, e la notizia dell’addio di mister Petkovic dopo a Natale ha contribuito solamente a peggiorare il rapporto già poco solido con la tifoseria. Nonostante tutto Lazio-Trabzonspor è la partita che può almeno salvare la prima parte di stagione. La Lazio è già sicura della qualificazione e con i tre punti conquisterebbe il primo posto nel girone ottimo per i sorteggi di lunedì.

Petko si affida ad Ederson, Anderson e Keita per sostenere Floccari mentre in difesa ritroviamo finalmente Biava, rientrato dopo il lungo infortunio. La partita comincia subito a grandi ritmi con entrambe le squadre che però non riescono ad trovare l’ultimo passaggio per il goal. La prima vera occasione arriva al 36′ quando, su cross di Cavanda, Ederson in area colpisce di testa ma è facile per il portiere bloccare il tiro. Da questa azione la partita si sblocca e la Lazio parte alla carica, al 43′ infatti il solito Ederson, dopo una serie di rimpalli, sfiora il palo in rovesciata. Il primo tempo finisce con un brutto 0-0 che sta stretto alla squadra padrona di casa.

Le squadre rientrano in campo e la partita riprende così come era terminata con la Lazio votata all’attacco. Anderson, Keita ed Ederson sono i più attivi ed è proprio il numero 10 al 51′ con un tiro preciso ma debole ad impegnare il portiere Kivrak. Solo sette minuti più tardi Petkovic fa il primo cambio togliendo Anderson e mettendo dentro il giocatore più in forma di questa stagione: Antonio Candreva. Inotorno al 70′, dopo una decina di minuti molto sottotono, la partita si riaccende quando la Lazio parte in contropiede ma Floccari, con un tiro molto debole in girata, manda la palla dritta tra le mani del portiere. Al 74°, dopo un mese di assenza, si rivede in campo il tedesco Miroslav Klose al posto di Ederson, che aveva giocato comunque una buona partita. L’entrata del Panzer ha scosso la squadra ed è proprio lui, in coppia con Candreva, ha creare le occasioni più nette. Quattro minuti di recupero e la Lazio tenta il tutto per tutto, ci pensa sempre Klose a cercare di smuovere gli animi con un incursione in area, ma senza costrutto

La partita finisce 0-0 con una Lazio che gioca sprazzi di buon calcio alternati a momenti morti. Il secondo posto nel girone significa dover sperare un in sorteggio che non sia troppo amaro lunedì.

Ricerca personalizzata