Le grandi steccano tutte, bene solo l’Inter

    Doveva essere la giornata di Borriello, Ibrahimovic e Quagliarella, è stata l giornata di Schelotto, Pozzi e Matri.

    Le stelle non brillano e le rivali dell’Inter Tricampione non riescono a trovare i 3 punti.

    Il Milan dell’attacco stellare stecca contro la neo-promossa Cesena, ne prende 2, e vede anche l’ex interista Ibrahimovic fallire un calcio di rigore. Se i dubbi sul Milan erano tutti rivcersati su centrocampo e difesa, dopo questa partita ci si rende conto che non bastano i nomi per fare i gol. E magari anche che tra Ibra, Robinho, Pato e Ronaldinho, l’attaccante da 25 gol manca, ed è una carenza che può pesare.

    Male anche la Juventus, che continua a non vincere, e rivela una difesa di cristallo. Tre gol, seppur contro l’ottima Samp, non si dovrebbero prendere se si punta alla vittoria finale.

    La peggiore delle tre, senza dubbio è stata la Roma, che ne prende 5 dal Cagliari e torna a casa a testa bassa.

    L’uomo in meno, per colpa dell’espulsione di Burdisso, non può essere una giustificazione ad una prestazione senza (perdonatemi la terminologia) attributi. Dopo la stagione epica dell’anno passato, Ranieri corre il rischio di steccare completamente la seconda, e di restare disoccupato, in considerazione dell’arrivo dei possibili nuovi proprietari.

    L’Inter, invece, arranca, ma da grande squadra si compatta e porta a casa il risultato contro l’Udinese di Di Natale e Sanchez.

    Se queste sono le premesse, già sappiamo come finirà questo campionato..

    Ricerca personalizzata