Le mostre più visitate del 2013

Tra le dieci mostre del 2013 più viste, ad aggiudicarsi il primo posto in classifica è “Il Palazzo Enciclopedico”, esposizione internazionale curata da Massimiliano Gioni e organizzata dalla Biennale Arti visive di Venezia. Sono state presentate opere dell’inizio del secolo scorso ad oggi, includendo 150 artisti provenienti da 38 nazioni, attirando 475.000 persone. Nonostante le presenze sfiorino quasi il mezzo milione, non si raggiungono i 557.341 visitatori della mostra di Picasso a Palazzo Reale di Milano nel 2012.

A meritarsi il secondo posto è la mostra “L’Anima e la Materia dell’artista cinese Zhang Huan a Palazzo Vecchio e a Forte Belvedere che con materiali come metallo, cuoio e cenere d’incenso ha impressionato 208.814 visitatori. Al terzo posto la pittura veneta del ‘500 di “Tiziano” alle Scuderie del Quirinale che da Marzo a Giugno ha staccato 204.371 biglietti. In quarta posizione, sempre a Venezia, la mostra “Manet. Ritorno a Venezia” ha ospitato 180.236 persone. Stesso numero di presenze si registra per “Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter” con 180.000 persone a Palazzo Reale di Milano. L’edizione romana a Palazzo Cipolla sta avendo lo stesso successo. In sesta posizione l’esposizione di “Giuseppe De Nittis” presso Palazzo Zabardella di Padova, sede espositiva specializzata nella pittura italiana del XIX secolo, con 157.097 visite.

Realizzata tra la fine dell’anno passato e gli inizi del 2013, “Brueghel. Meraviglie dell’arte fiamminga” allestita nel Chiostro del Bramante di Roma con 140.000 presenze, è la settima classificata. In ottava posizione la rassegna “Pietro Bembo. L’invenzione del Rinascimento” organizzata a Palazzo del Monte a Padova con 100.000 visitatori e il nono posto viene assegnato alla mostra intitolata “Da Botticelli a Matisse, volti e figure”, edizione veronese a Gran Guardia con 94.665 persone. Decima e ultima posizione viene occupata da “Impressionisti a Palazzo Pitti” che insieme a 12 capolavori del Museo d’Orsay ha portato a Firenze 90.000 appassionati di pittura impressionista che si aggirano tra Degas, Monet, Cezanne, Renoir, Pissarro, Fantin Latour e Paul Guigou. L’esposizione durerà fino al 5 Gennaio 2014.

Ricerca personalizzata