Lorenzo Crespi lancia l’allarme su Twitter: “Ennesima infezione polmonare, non dormo e non mangio da tre giorni, nessuno mi aiuta”. L’attore messinese posta sul social la foto di una tac del 2010 e chiede ai follower un aiuto con l’interpretazione “medica” dei risultati. La rete è tutta con lui, soprattutto dopo aver letto dal siciliano le sue critiche rivolte ai medici che si rifiutano di aiutarlo.

Lorenzo Crespi è malato e ne ha parlato da Barbara d’Urso durante la puntata di oggi, 2 Marzo 2014, di Domenica Live: “Non oso neanche immaginare come stanno i miei polmoni oggi..visto che qui non sanno leggere una tac..fatelo voi..o chi di dovere. Mai avrei voluto farlo. Ma voglio ancora vivere, tornare sul set anche per l’ultima volta”. Poi continua: “Nessun medico si fa ancora vivo a casa mia, sono tre giorni che urlo di venire, niente, non so neanche quanti farmaci devo prendere”. Lui vorrebbe tanto ricevere aiuto e sostegno da parte di dottori e fans, ma è duro nei confronti della sanità messinese: “Al pronto soccorso a Messina? Non hai idea di quello che dici.. Preferirei morire lentamente nel mio letto.. Sono bestie”.

Lorenzo Crespi aveva anche partecipato al programma di Milly Carlucci, Ballando con le stelle, ma la polemica in merito al suo abbandono non aveva mai ricevuto una spiegazione chiara: “Mi sono ammalato durante la trasmissione, ho pensato fosse la stanchezza. La giuria mi ha accusato dicendomi che sarei dovuto andare ad allenarmi lo stesso, con gli antibiotici”.

L’attore ha poi continuato il suo racconto: “Io non mi curo dal 2010. Non ho lasciato Roma, mi hanno cacciato. Sono state persone potenti di cui non farò mai il nome. Sono tornato a Messina. Io sono un guerriero. Preferisco non avere nessuno che mi suoni il citofono e mi dica: devi pagare l’affitto, piuttosto che farmi la tac che mi costa la stessa cifra”. Non l’avevamo mai visto così: Lorenzo ha perso 14 chili. “Il vittimismo serve a poco, è giusto guardare la realtà. Sento freddo in continuazione. Mi è stata vicina tutta la gente dei social che non mi ha mai abbandonato”. “Mi hanno sbattuto su tutti i giornali, inventandosi un suicidio. Avevo scritto una frase sui social legata a Morricone. Quale suicidio? Io sono un combattente. Ero a casa mia, hanno suonato alla porta e mi sono trovato davanti polizia e ambulanza, hanno invaso la mia casa. Io per venti anni ho dato soldi a tutti quelli che hanno suonato al mio citofono, non tenendo nulla per me. Quando sono tornato hanno pensato fosse tornato Babbo Natale”, ha poi aggiunto.

In studio, durante il suo intervento, Barbara d’Urso riceve una mail di un medico che si offre volontariamente di curare gratuitamente Lorenzo Crespi. “Vediamo di organizzare la tua presenza in studio però devi curarti veramente“, ha commentato la presentatrice.