Luca Carboni, la festa per i trent’anni di carriera è a Bologna

Mai dimenticare da dove si è partiti. Potrebbe essere il motto di tanti, ma lo è soprattutto di Luca Carboni che per celebrare i suoi trent’anni di musica ha scelto la sua città d’origine, Bologna.
Un evento di quelli che in genere si fanno a Roma o Milano, tra le prima città a cui Carboni aveva pensato. Ma poi è stato inevitabile scegliere il primo amore, Bologna. “È casa mia, la città dove sono nato e cresciuto e che mi ha dato gli stimoli da cui s’è formata la mia storia musicale. Non fossi vissuto a Bologna probabilmente non farei questo mestiere” ha rivelato il cantautore.

Il 20 dicembre sarà il PalaDozza, storico palazzetto del basket ad ospitare il concerto che di fatto è la data zero del Fisico&politico tour.

Una scelta, quella del palasport, non casuale: lì Carboni si innamorò del basket, seguendo i match della Fortitudo e della Virtus. Ma non solo: fu proprio durante quei pomeriggi che avvenne l’incontro con Ron, destinato a segnare la sua carriera. “Incontrai Ron al bar del palazzetto e gli chiesi se potesse ascoltare le mie canzoni – ha dichiarato Luca Carboni- mi disse di passare una sera al ristorante Vito, io ci andai con una busta con i miei testi, ci trovai Dalla e gli Stadio e glieli lasciai”.

Com’è andata dopo, è facile intuirlo. Nel 1984 il primo album e poi da allora un’escalation di successi partendo da Silvia lo sai (1987) passando per Mare mare (1992), fino a Le ragazze (1998).
Il 2013 è la volta di Fisico & politico, il sedicesimo album, che è una raccolta dei suoi brani storici e tre inediti. Tante le collaborazioni illustri in questo disco: da Fabri Fibra, a Ligabue, da Elisa, a Cesare Cremonini, Tiziano Ferro e tanti altri.

E sono proprio alcuni di questi artisti che accompagneranno Luca Carboni in una delle serate più importanti della sua carriera, quella del 20 dicembre. Già certi Jovanotti, Tiziano Ferro, Elisa, Biagio Antonacci, i suoi concittadini Samuele Bersani e Cesare Cremonini, ma se ne aggiungeranno tanti altri che duetteranno con il cantautore bolognese. Una vera e propria festa tra amici quella che si prospetta, all’insegna della buona musica.

Sul palco, la storia artistica di Luca Carboni raccontata anche dalle grandi voci del panorama italiano. Già note le prime indiscrezioni sulla scenografia che vedrà il palco diviso per metà tra musica tradizionale e musica digitale, il resto è ancora top secret.

La data bolognese sarà solo la prima del lungo tour che vedrà Luca Carboni toccare le più importanti città italiane. Il 3 febbraio si parte dal Teatro Augusteo di Napoli, poi toccherà all’ Auditorium Parco della Musica di Roma il 5 febbraio, al Gran Teatro Geox di Padova il 9, al Teatro degli Arcimboldi di Milano il 10, al Teatro Colosseo di Torino il 12 e al Teatro Ponchielli di Cremona il 13.

Credit photo [blogosfere]

Ricerca personalizzata