Marcegaglia cerca accordo con Marchionne

    Il Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia cerca, con trattative serrate, in queste ore, un accordo di massima che scongiuri la possibilità, più volte minacciata dall’ad della Fiat, Sergio Marchionne, di uscire da Confindustria.

    Il punto su cui Marchionne insiste è un nuovo modello di relazioni industriali e un nuovo contratto per il settore, ma le regole della contrattazione della Confindustria limitano queste possibilità.

    Così, nelle settimane scorse, anche durante la fase delle trattative con i sindacati a Pomigliano, la Fiat aveva minacciato di uscire da Confindustria, per avere mani libere, nella gestione della fase di ristrutturazione del gruppo.

    Ora, Emma Marcegaglia starebbe offrendo a Marchionne soluzioni compromissorie, che potrebbero prevedere una fase di passaggio, in cui la Fiat possa solo temporaneamente uscire dall’associazione o restarci, con deroghe ampie.

    La prima ipotesi sarebbe di far confluire tutte le attività di Mirafiori in una newco, una nuova società, che in qunato tale, sarebbe fuori da Confindustria e dalle sue regole.

    L’altra ipotesi, invece, verterebbe sulla possibilità concessa al gruppo automobilistico di trattare la sua ristrutturazione in deroga, per esplicita concessione.

    Ma la stessa Marcegaglia ammette che non è semplice, perchè nell’associazione industrialer ci sono tante imprese con esigenze diverse e perchè in un solo giorno non si possono cambiare cento anni di storia delle relazioni industriali.

    Ricerca personalizzata