Maria Vittoria, la storia del primo prete donna d’Italia

Diciamo subito che non stiamo parlando di Chiesa Cattolica, ma di quella Episcopale, ramo della Chiesa Anglicana che conserva quasi totalmente le ritualità e la teologia della prima,  ma con regole pratiche molto diverse da Santa Romana Chiesa: no al celibato, sacerdoti donne e sì al matrimonio degli omosessuali.

Maria Vittoria Longhitano, da 3 anni (è stata ordinata sacerdote il 22 maggio 2010, nella chiesa anglicana All Saints di Roma) Madre Maria Vittoria, è una donna di 38 anni siciliana, originaria di Enna, prima donna prete del presbiterio italiano (in realtà nell’episcopato di Roma la prima donna sacerdote ordinata fu la sudamericana Cecilia Monge nel 1996, ma Maria Vittoria è la prima italiana). Ha già celebrato diversi matrimoni omosessuali, in alcuni casi con celebrazioni scortate dai carabinieri.

Maria Vittoria è sposata e vive in Lombardia con suo marito. A Milano insegna storia e filosofia in un liceo e celebra messa appoggiandosi ad una chiesa Battista del capoluogo di regione lombardo.

In realtà però la Chiesa anglicana è nettamente quella che versa in maggiori difficoltà tra quelle cristiane, con centinaia di fedeli e religiosi che tornano ogni mese al cattolicesimo, per le tante, forse troppe, decisioni e situazioni istrioniche che coinvolgono il mondo anglicano.

E voi come la pensate in proposito?

Ricerca personalizzata