Milan-Palermo 3-1: sorpasso e polemiche

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=SFwWafQ18tA[/youtube]

    E’ cominciata nel migliore dei modi la settimana che porterà il Milan al derby di domenica sera; infatti, i rossoneri in tre giorni hanno recuperato sei punti sulla Lazio battendo Bari prima, e Palermo, poi. Intanto, mentre gli uomini di Allegri conquistavano la vetta della classifica, l’Inter non raccoglieva che un pareggio striminzito a Lecce.

    In campo, ieri sera, c’erano due talenti: entrambi iniziano con la “P”, entrambi sono stati costretti a uscire anzitempo dal campo. Pato e Pastore, nonostante tutto, hanno deciso la partita finchè sono stati in campo. Il brasiliano segnando lo splendido gol dell’uno a zero sugli sviluppi di un corner, “el Flaco” invece illuminando i suoi, seppur con un ginocchio scricchiolante.

    Come il ginocchio di Pastore, scricchiola anche la sicurezza di Abbiati: se fino alla partita di ritorno con il Real il portiere rossonero aveva abituato a prestazioni da Superman, adesso sta provando a calcare le orme del suo predecessore Dida. Il tiro di Bacinovic non è di certo irresistibile: eppure il “numero 1” milanista non prova neanche a tuffarsi, mentre accusa i suoi difensori.

    Parità. C’è da dire che prima del pareggio, non viene fischiato un rigore ai rosanero per un evidente “mani” di Boateng in area di rigore. Tuttavia poco dopo, per equità di giudizio, il signor Banti non fischia neanche l’atterramento di Pato, che si infortuna.

    Dopo pochi minuti è Ambrosini a cadere in area: dopo una bella incursione, il centrocampista pesarese viene messo giù da Sirigu. Questa volta il fischio c’è: calcio di rigore. Ibra-gol, 2-1. Nella stessa azione si fa male anche Inzaghi, distorsione del ginocchio per il numero 9. 

    Entra Robinho, che segna il 3 a 1 dopo una bella sortita offensiva di Ibra: il brasiliano a tu per tu con Sirigu cerca di sbagliare anche stavolta, ma il portiere dei siciliani lo aiuta a insaccare in rete.

    Finisce così a San Siro, con Delio Rossi che reclama sugli errori arbitrali mentre Zamparini, addirittura, minaccia di vendere il Palermo. 

    Per la classifica: Milan guadagna 3 punti preziosissimi prima del derby, al quale si presenterà da capolista. 

    Ricerca personalizzata