Negramaro, Lele Spedicato è in coma farmacologico

giuliano sangiorgi

Nei giorni scorsi è stata diffusa una brutta notizia che ha colpito la band dei Negramaro, ed in particolare il chitarrista Lele Spedicato, caduto vittima di una emorragia cerebrale. Subito dopo la diffusione della notizia, giornali, tv e artisti vari non hanno mancato di far arrivare ai colleghi e alla famiglia di Spedicato tutta la loro solidarietà.

Ma come sta ora Lele? In seguito all’emorragia cerebrale di lunedì, il chitarrista è stato ricoverato nel reparto rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Al momento è in coma farmacologico e la prognosi resta riservata seppure, da un ultimo accertamento, i medici abbiano riscontrato un lieve ma pur sempre incoraggiante miglioramento.

Un aggiornamento, questo, che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti coloro i quali sono in apprensione per la salute del giovane musicista, ma che naturalmente non è sufficiente per poter definire Lele “fuori pericolo”. Spedicato compirà 38 anni il prossimo 26 ottobre, ed è proprio sulla giovane età che i medici stanno riponendo non poche speranze: la giovane età del paziente, infatti, potrebbe essere di grande aiuto per quel che riguarda una possibile ripresa.

I Negramaro nel frattempo si sono recati a Lecce per stare vicini al loro collega e amico, e relativamente alle schiere di fan e supporter che si stanno stringendo attorno a loro, hanno detto: “Grazie a tutti per il caloroso sostegno e per l’affetto che ci state dimostrando. Siamo certi che il nostro Lele abbia intenzione di tornare più forte di prima. Non sarà un’attesa facile ma gli staremo vicini. Saremo forti e pronti per accoglierlo di nuovo tra noi”.

Tra i tanti artisti che hanno speso qualche parola di incoraggiamento per Lele Spedicato ci sono Nek, Fiorella Mannoia, Laura Pausini, Vasco Rossi, Tiromancino e Paola Barale.

Ricerca personalizzata