Ninotchka con Greta Garbo rivivrà sul grande schermo

Rivedere i film che hanno segnato la storia del cinema, alla luce delle nuove tecnologie, e rivivendone le emozioni in sala è ora possibile, grazie a Cineteca di Bologna che, in collaborazione con Circuito Cinema ha realizzato, già dal 2013, il progetto Il Cinema ritrovato al Cinema che ha l’intento di proiettare nelle sale italiane dieci capolavori della storia del cinema, uno al mese, restaurati in versione digitale, e trasmessi in lingua originale con i sottotitoli in italiano.

Lo scopo del progetto, iniziato a settembre, è rendere i classici vere e proprie prime visioni cinematografiche, permettendo a chi non ha vissuto l’epoca d’oro del cinema di gustarne le scene celebri sul grande schermo ed udire le vere voci dei divi italiani e internazionali. Tra pochi giorni sarà possibile vedere Greta Garbo scoppiare in una fragorosa risata o Anna Magnani correre gridando il nome di Francesco, scene cult, più o meno famose, rimaste impresse nell’immaginario collettivo.

La rassegna si è aperta con Dial M for Murder, capolavoro di Alfred Hitchcock, al quale sono seguiti Il Gattopardo, Les Enfants du Paradis e Risate di gioia.
Il 2014 si apre invece con una grandissima star del cinema hollywoodiano, la “Divina” Greta Garbo e con uno dei suoi ultimi film di successo, Ninotchka, diretto dal 1939 dal grande Ernst Lubitsch, nella versione restaurata dalla Warner Bros.

Il film, candidato a quattro nominations agli oscar, verrà proiettato a partire dal 6 gennaio, e resterà nelle sale del circuito fino al 28. Sullo sfondo di una mondana Parigi anni 30 tre spie sovietiche si lasciano sedurre dai piaceri della vita della capitale francese, invece di portare a termine la loro missione, per riportarle al loro dovere il governo invia la bellissima e professionale Ninotchka, interpretata da una Garbo al massimo della forma, che invece di concludere il suo incarico rimane affascinata dalla metropoli e si innamora, ricambiata, della spia Leon.

Pellicola d’autore che tende più verso la commedia romantica che verso la spy story, facendo il verso allo stereotipo della spia russa tanto in voga nel cinema e nella letteratura popolare di quegli anni, Ninotchka è noto soprattutto per una scena rimasta celebre nel mondo del cinema: la Garbo, icona indiscussa di stile ed eleganza, che per la prima volta si lascia andare, ripresa mentre ride di gusto, in seguito alla caduta dalla sedia di Leon, interpretato dall’attore Melvyn Douglas.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=WFoI83Jwaig[/youtube]

La programmazione continua con altri cinque film: The Gold Rush, La grande illusion, Roma città aperta, Hiroshima mon amour e si concluderà con Chinatown.
Per l’elenco delle sale che partecipano al progetto vi invitiamo a consultare il sito.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=w1oZzb3dJn4[/youtube]

Ricerca personalizzata