Prezzi benzina: 90 euro per un pieno

    Un litro di benzina alla pompa, oramai da diverse settimane, ha superato il prezzo al supermercato per acquistare un litro di latte, oppure un chilo di pasta. A ribadirlo è stata la Coldiretti nel sottolineare, inoltre, come oramai per un pieno di benzina, considerando una capienza del serbatoio di 50 litri, servano in tasca come minimo ben 90 euro. Ma la situazione è ancor peggiore per i rincari del gasolio. Se infatti la benzina in un anno è aumentata di prezzo del 17% circa, per il gasolio per auto-trazione i rincari anno su anno si attestano al 25% con la conseguenza che per energia e combustibili aumentano gli oneri a carico delle famiglie e delle imprese, a partire da quelle agricole.

    In merito a questa grave situazione, che pesa sulla crescita del sistema Paese, c’è anche da dire che rispetto agli altri Paesi europei l’Italia è ancor più penalizzata se si considera che quasi il 90% delle merci trasportate viaggia su gomma.

    Con la conseguenza che ci sono i costi diretti sul pieno di benzina e diesel, ma anche quelli indiretti a causa di un vero e proprio effetto valanga sui prezzi al dettaglio dei beni di prima necessità a partire proprio dai generi alimentari. Sull’imperante caro-benzina è intervenuta in data odierna anche la Federconsumatori nel far presente come solo nell’ultimo mese per un pieno di benzina ci vogliano in media ben 5,50 euro in più. Anche per questo l’Associazione è tornata a chiedere a gran voce l’applicazione dell’accisa mobile sui carburanti in modo tale da sterilizzare gli aumenti alla pompa.

    Ricerca personalizzata