Progetto Mars One, in 200.000 vorrebbero trasferirsi su Marte

Ci sono progetti innovativi, sorprenderti, pazzeschi. E poi ci sono delle iniziative che ti lasciano davvero senza parole: il progetto Mars One è una di quelle.
Bas Lansdorp, ricercatore olandese, ha infatti intenzione di creare entro pochi anni una colonia permanente su Marte; il tutto a spese di sponsor e investitori importanti, visto che per un viaggio del genere servono diversi miliardi di dollari.

Una delle aziende che ha puntato di più su questo progetto è sicuramente Space X, impresa attiva nel campo dei trasporti spaziali dal 2002.
L’impresa fornirà sette Capsule Dragon e tre razzi Falcon Heavy, due dei veicoli spaziali più all’avanguardia al momento.

Proprio per via dei fondi, l’idea di colonizzare Marte diventerà un Reality Show in Cina, con la possibilità di far scegliere al pubblico una piccola parte dei 40 concorrenti che partiranno, così da incrementare i finanziamenti e l’attenzione mediatica a livello mondiale.

Sono state esattamente 202.586 le candidature online per aderire al progetto come concorrente, ma solo una minima parte avrà la possibilità di andare a vivere per sempre su Marte.
Sì, avete letto bene: per sempre. Infatti il “biglietto” per il pianeta rosso sarà di sola andata (questo potrà ridurre i costi, e renderà davvero suggestivo l’evento).
La data stabilita per la partenza è il 2023, ma prima di partire i candidati scelti dovranno affrontare un duro addestramento: i 40 concorrenti vivranno per 7 anni ricevendo spiegazioni, prove ed eseguendo esercitazioni, che dovranno prepararli ad una vita completamente diversa rispetto a quella sulla terra.

L’habitat, le abitudini, le necessità. Questi sono senza dubbio le difficoltà più ostiche da superare una volta su Marte.
Infatti non siamo a conoscenza di tutte le caratteristiche del pianeta: nessun uomo è mai approdato su Marte. Sappiamo che è presente una minima percentuale di acqua (centinaia di migliaia di anni fa ce ne era in quantità molto maggiore, ma poi il vento solare ha eliminato completamente l’atmosfera e l’acqua è difficilissima da trovare). Ma a parte qualche sonda, Marte è un pianeta inesplorato sotto molti punti di vista e stabilirci una “colonia” potrebbe, per esempio, comportare complicazioni di cui ancora nessuno è al corrente.

Molti scienziati (e non) si dicono scettici riguardo la riuscita di questo progetto. Da considerare saranno infatti i problemi riguardanti le radiazioni solari che gli organismi dei partecipanti subiranno.
Anche il viaggio di 8/9 mesi non sarà facile da affrontare per persone che, a parte le esercitazioni degli anni a venire, non sono abituate o pronte a compiere imprese del genere.
Tra dieci anni vedremo delle persone abitare su Marte e potremo seguirle tramite un Reality Show. Spaventosamente innovativo.

[Fonte: La Repubblica]

Ricerca personalizzata