Roma-Juve: la “Tim Cup” ripropone la sfida tricolore

La Coppa Italia non avrà di certo lo stesso fascino del campionato, ma quando la sorte fa incrociare le più belle squadre d’Italia allora ogni competizione si veste di un’atmosfera particolare, quella del big match. All’Olimpico stasera andrà in scena Roma-Juve, gara unica valevole per i quarti di finale del torneo: praticamente una finale.

Se la Juventus quest’anno sta dimostrando di non aver perso quella grinta che l’ha contraddistinta nelle ultime due stagioni, contornata da una costante fluidità di gioco, la Roma si sta affermando come unica vera possibile rivale dei bianconeri: per continuità di risultati, gioco propositivo e valore del gruppo. Due team solidi, guidati da due allenatori con le idee chiare: da un lato Conte, passionale e meticoloso, dall’altro Garcìa, riflessivo e tatticamente impeccabile. Le due squadre si sono già sfidate poco tempo fa allo Juventus Stadium, in una partita che ha visto la Juve trionfare per 3 a 0 sui capitolini, ma ciò non ha fatto altro che caricare i giallorossi, abituati ad uscire rafforzati dalle sconfitte più pesanti, proprio come successe dopo l’ultima finale di Coppa Italia persa contro la Lazio.

COME ARRIVA LA ROMA
Garcìa non ha dubbi, schiererà la formazione migliore a disposizione. Niente turn over nemmeno tra i pali dove andrà De Sanctis, mentre in difesa saranno schierati i soliti Maicon, Benatia, Castan e Dodò. A centrocampo non é sicura la presenza di Pjanic che dovrebbe essere sostituito dal neo acquisto Nainggolan, sostenuto da De Rossi e Strootman. Il tridente offensivo sarà composto da Gervinho e Florenzi sulle fasce e Totti come finalizzatore.
In merito ad una voglia di rivalsa dopo l’ultimo k.o. contro i bianconeri il tecnico giallorosso si esprime così: “Rivincita contro la Juventus? E’ una gara che porta alla semifinale, questo conta. E’ una sfida secca e dobbiamo fare in modo che la qualificata sia la Roma“. I tifosi nel frattempo si godono l’acquisto del brasiliano Bastos, discepolo di Garcìa già ai tempi del Lille.

COME ARRIVA LA JUVE
Conte avrà il difficile compito di riportare l’attenzione di tutti esclusivamente sulla partita, vista la complessa vicenda legata allo scambio tra Guarìn e Vucinic. Il tecnico leccese, a differenza del collega, applicherà un massiccio turn over, concedendo così un’importante occasione a chi si é visto meno durante la cavalcata verso il tricolore. In porta si rivedrà Storari, in difesa dovrebbero avere spazio Cacères ed Ogbonna con l’unico sicuro confermato Chiellini, ma non é escluso un impiego del trio titolare con Barzagli e Bonucci. A centrocampo riposeranno Pogba, Lichtsteiner e Asamoah che verranno sotituiti da Pirlo, Isla e Peluso. Davanti spazio al tandem Quagliarella-Giovinco.

Non resta che aspettare il responso del campo che ci dirà chi arriverà in semifinale, con la certezza che queste due grandi squadre non deluderanno nemmeno stanotte.

Ricerca personalizzata