Roma news: con il Sassuolo c’è tutto da perdere

Sarà una sensazione strana quella che proverà la Roma ospitando il Sassuolo. Da capolista la squadra di Garcia dovrà ripartire per la prima volta da un pari, una situazione insolita per la formazione giallorossa, sin qui sempre vittoriosa. Anche da questi dettagli si riconosce una squadra, si capisce la mentalità ed è da qui che il tecnico francese ha intenzione di ripartire. Contro il Sassuolo la Roma ha tutto da perdere perché è la favorita, perché le ha vinte quasi tutte, perché ha sempre trovato una soluzione a tutto.

Soprattutto da questo si capisce la grande attesa per Gervinho, convocato in extremis anche se non in perfette condizioni. Il ritorno in squadra dell’ex Arsenal è essenziale per ritrovare corsa e abnegazione nel 4-3-3 capitolino anche se sembra improbabile un suo impiego dall’inizio. Se è stato recuperato Gervinho per Totti il calvario sembra più lungo visto che il rientro dovrebbe essere slittato a metà dicembre. Senza il capitano ed il lungodegente Destro Garcia perde anche lo squalificato Benatia in difesa, sostituito da Burdisso nell’undici titolare. Una sostituzione forzata che però cambierà gli equilibri del reparto difensivo, fin qui monumentale anche per un Benatia in formato super. Senza Castan però l’ex Udinese ha un po’ faticato contro il Torino ed ora il brasiliano, al rientro dopo l’assenza di domenica, dovrà dimostrare di poter reggere lì dietro anche con Burdisso.

Eccetto questo cambio dietro sarà tutto confermato con De Sanctis, Maicon e Balzaretti a completare il reparto, così come in mediana con De Rossi, Strootman e Pjanic titolari. Davanti invece è Ljajic il favorito ad affiancare Borriello e Florenzi con la speranza di poter evitare di forzare il rientro di Gervinho. Il Sassuolo non deve far paura, bisogna rispettarlo ed assediarlo, coprire ma pungere alla prima disattenzione.

È questo che fanno le grandi squadre, è così che si va avanti anche quando i giri cominciano a calare perché nessuna squadra può mantenere alta l’intensità tutto l’anno, ma non per questo bisogna abbassare la guardia. Bisogna giocare e dimostrare, attaccare e fare punti soprattutto perché lo scontro diretto Juventus-Napoli non può volare via così, bisogna approfittarne e scappare via.

FOTO SPORT.SKY.IT

Ricerca personalizzata