Rubano borsa griffata per l’asta di Manuel Bortuzzo. Massimo Giletti si fa avanti: “La pago io”

massimo giletti

Massimo Giletti si è reso protagonista di un gesto che gli fa onore, un gesto di cui si sta parlando forse troppo poco ma che riempie il cuore di tutti quelli che hanno seguito la storia di Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore colpito da un proiettile e rimasto paralizzato negli arti inferiori. La storia di questo ragazzo ha scioccato l’Italia intera, se non altro perché Manuel sta pagando duramente un conto che nemmeno era il suo: il proiettile che lo ha colpito, infatti, gli è stato diretto contro per puro sbaglio (è stato confermato che colui che ha premuto il grilletto abbia scambiato Manuel per un altro ragazzo).

Ma cosa avrà fatto Giletti di tanto bello nei confronti del giovane? In pratica, venerdì scorso si è tenuta un’asta di beneficenza a favore di Manuel Bortuzzo. L’evento ha avuto luogo presso l’Eur Convention Center di Roma, in occasione del rally di Formula E. Verso la fine dell’asta, a cui hanno preso parte parecchi vip e anche molti nomi dello sport, rimaneva un ultimo cimelio: una borsa griffata di grande valore. Tuttavia, ad un certo punto, la fatidica borsa è scomparsa proprio pochi minuti prima di finire all’asta.

I presenti, sconcertati, hanno subito notato la delusione sul volto di Manuel, convinto che quella serata avrebbe dovuto concludersi con un’offerta da capogiro e quindi con un bel tesoretto da utilizzare per le sue cure. Ed è in questa fase che è entrato in campo Massimo Giletti: il conduttore de La7 ha proposto al notaio di andare avanti con l’asta come se nulla fosse successo. “Facciamo finta che la borsa ci sia comunque e battiamola ugualmente”, ha detto. Il notaio, dopo qualche minuto di riflessione, ha dato il suo consenso e l’asta è comunque stata fatta.

La cosa ancora incredibile è che è persino arrivata un’offerta per quella “borsa invisibile”: ad offrire ben 10mila euro è stato proprio lui, Massimo Giletti, a cui evidentemente non è importato nulla di aggiudicarsi la borsa ma che nel suo cuore aveva un solo obiettivo, e cioè dare quei 10mila euro al ragazzo. Inutile dire che per questo gesto sia Manuel che tutti i presenti gli sono stati enormemente riconoscenti.

Ricerca personalizzata