Rugbisti nudi per 12 mesi nel calendario 2010 "Dieux du Stade"

    La stagione dei calendari, tradizionalmente appannaggio del pubblico maschile, riserva qualche ghiotto bocconcino anche per il gentil sesso. Soprattutto se a mostrarsi ignudi sono i giocatori di un’intera squadra di rugby, tutti muscoli, fango e sudore.

    Torna dunque per la gioia delle fanciulle “Dieux du Stade”, il lunario del club parigino Stade Francais, nel quale da 11 anni ormai rugbisti e grandi atleti internazionali mettono in mostra i loro fisici scultorei da veri “dei dello stadio”, in 12 scatti d’autore. Il calendario è in vendita da ieri, ma Chi, sempre sul pezzo, anticipa qualche foto del backstage.

    Realizzato dal fotografo François Rousseau (che aveva fotografato anche il 2004), il calendario dedica la copertina a Dimitri Szarzewski, affiancandogli poi mese dopo mese un buon numero di giocatori d’Oltralpe, mentre tra le “divinità” del Bel Paese ci sono i due azzurri del rugby Mauro e Mirco Bergamasco e Denis Dallan (già naufrago sull’Isola dei Famosi) dell’Amatori Milano. “Queste immagini esprimono la potenza e i grandi valori del rugby, come lo spirito di squadra” dice Mirco Bergamasco. Dunque donne, meglio i calciatori o i rugbisti?

    realizzato dal fotografo François Rousseau (che aveva fotografato anche il 2004), il calendario dedica la copertina a Dimitri Szarzewski, con le immagini tra gli altri di Juan Manuel Leguizamon, Gonzalo Tiesi, Mathieu Bastareaud, James Haskell, Hugo Southwell, Pascal Papé e il nostrano Mauro Bergamasco.
    Ricerca personalizzata