Samsung Galaxy S4: è nato il nuovo smarthphone anti Apple

E’ stato presentato ieri al Radio City Music Hall di New York da JK Shin, responsabile della divisione IT & Mobile Communication Samsung, il Galaxy S4, il nuovo arrivato della casa coreana. Dopo una lunga attesa e dopo svariate indiscreazioni sull’aspetto, le funzionalità e la potenza, finalmente è avvenuta la presentazione di questo super dispositivo il cui arrivo è previsto in Europa dopo il prossimo mese di Aprile.

Il nuovo smarthphone, già etichettato dagli addetti ai lavori come l’antitesi agli iphone Apple, non ha cambiamenti sostanziali nel design rispetto alla precedente versione S3; è spesso 7,9 millimetri con display full HD da 5 pollici e un peso di circa 130 grammi. Sarà attento alla salute degli utenti e si potrà manovrare con lo sguardo attraverso la funzione “Smart Scroll”. Di nuovo ci sono le due fotocamere, quella posteriore da 13 megapixel e quella frontale da 2. E ancora, “Dual camera” e “drama shot” che scatta foto in 4 secondi e mette insieme le migliori, in più “l’eraser” l’eliminatore delle foto assieme ad una funzione di correzione simile a quella di Instagram. A disposizione, tutti i sensori, incluso quello per la temperatura e l’umidità. La batteria è rimovibile da 2,600 mAh per una durata maggiore.

Sembrano essere senza confini, dunque, le potenzialità di questa nuova tecnologia, dal momento che la Galassia numero 4 permetterà al suo proprietario di controllare la sua forma fisica grazie alla funzione “S Health” che monitora lo stato di salute e l’ambiente in cui vive il possessore. Oltre al benessere fisico, il nuovo gioiellino provvederà anche alla vita sociale del possessore grazie al “S Translator”, la funzionalità che traduce instantaniamente i testi o messaggi vocali in e-mail, sms o chat.
Altra chicca è la tecnologia “Samsung Smart Pause” , ovvero la pausa intelligente, uno schermo che si muove con gli occhi e va in stand-by nel momento in cui lo sguardo è rivolto altrove. Con il “Samsung Smart Scroll”, invece, potremo scorrere il browser o le e-mail senza il tocco delle dite sul display e soprattutto, funzione indispensabile nell’era dei costanti acquisti di telefonia, la possibilità di portare i dati personali precedentemente impostati su un vecchio telefonino sul nuovo dispositivo Samsung, e quindi, senza riscrivere manualmente informazione su informazione.

L’ambizione regna sovrana in Corea, o almeno così parrebbe dal momento che la Samsung pare abbia speso ben 150 milioni di dollari nel lancio del nuovo prodotto. Una presentazione e un battage pubblicitario in pieno stile Apple oseremmo insinuare, volto anche poco velatamente ad ergersi come alternativa più che valida al colosso di Cupertino. L’adozione di questa grintosa, per usare un eufemismo, strategia di marketing è figlia della pesante convinzione di aver superato di gran lunga il competitor americano che con il suo Iphone 5 aveva speso 108 milioni di dollari in promozione. Una lotta al rialzo che di sicuro vuole essere un chiaro avvertimento alla compagnia Jobs sul fatto che la Samsung vuole aggredire il mercato senza lasciare superstiti.

Questo e molto altro ci aspetta maneggiando la nuova versione del Galaxy; un apparecchio che sembra avere tutto ciò di cui abbiamo bisogno e anche di più. Un mini pc da avere nel taschino della giacca completo di funzioni, applicazioni, sofwtare e anche telefono (essì, alla fine c’è anche quello!).

Lasciandoci alle spalle tutte le più ricercate analisi di marketing e finanza, non ci resta che godere, per il momento, di questo nuovo e più che mai cool prodotto di alta e raffinatissima tecnologia. Nell’attesa della prossima galassia, da qualsiasi parte dell’universo provenga.

Ricerca personalizzata