Sanremo 2019, polemica su Virginia Raffaele: “Ha invocato Satana”

virginia raffaele
Photo Credits: Getty Images

Virginia Raffaele è stata la regina di questa 69esima edizione del Festival di Sanremo, ma alcuni suoi sketch non hanno mancato di generare qualche polemica. Uno su tutti, quello in cui impersonava un giradischi.

La Raffaele, impersonando per l’appunto un giradischi, ad un certo punto ha simulato il malfunzionamento dello strumento e, fingendo un inceppamento, ha pronunciato più e più volte la parola “Satana”. Si è trattato di uno sketch divertente e leggero, da cui è venuto fuori anche il grande talento della comica romana. Peccato però che quello sketch non sia piaciuto ad alcuni telespettatori ed in particolare a quelli della testata In Terris, che è stata la prima ad accendere la polemica.

Secondo la suddetta testata, l’esibizione di Virginia è equiparabile ad una invocazione a Satana. Don Aldo Bonaiuto ha scritto: “Pur non comprendendo quale fosse il reale intento, se ridicolizzare o, ancora peggio, inneggiare il nome di Satana in prima serata su Rai Uno, ritengo si sia trattato di uno scivolone sconcertante”. Il parroco ha poi aggiunto: “Non si è tenuto conto della fede di tanti cristiani che seguivano uno dei programmi più amati dal popolo italiano, mancando così di rispetto soprattutto alle tante persone che sono oppresse per davvero dalle forze del male”.

Nelle ore successive, sulla questione è naturalmente intervenuto anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che pur non trattandosi affatto di una questione politica (e tanto meno di ordine pubblico…), come suo solito ha comunque voluto illustrare il proprio punto di vista. Salvini si è schierato dalla parte di don Aldo Bonaiuto affermando che “non si può sottovalutare il problema delle sette sataniche”. “Questo – ha aggiunto il leader leghista – è un problema preoccupante, che apparentemente sembra lontano dalla vita di tutti i giorni ma che invece è molto più vicino e frequente di quanto si pensi”.

Ricerca personalizzata