Sassuolo-Milan: aspettando Honda, Allegri risponde a Mazzarri

A Milanello si respira aria nuova, gli arrivi di Honda e Rami hanno dato speranza a un Milan certamente in difficoltà in questa prima parte di campionato. Alla vigilia di Sassuolo-Milan ha parlato in conferenza stampa mister Allegri:

“Abbiamo bisogno di un’altra vittoria e di un’altra prestazione buona. Per noi è molto importante la gara di domani perché non abbiamo ancora vinto due partite di seguito in campionato. La settimana prossima poi avremo i rientri di Abate e di Birsa, e sono arrivati Honda e Rami. Credo che la squadra possa fare un buon girone di ritorno e da qui alla fine tutti devono farsi trovare pronti perché avrò bisogno di tutti. Bisogna ricordarci molte partite del girone d’andata. Nel calcio non c’è niente di scontato. Domani c’è grande rispetto per il Sassuolo che è una squadra che gioca un buon calcio. Va presa nel modo giusto altrimenti troveremo delle difficoltà”

Allegri poi ha risposto molto educatamente alle parole di Mazzarri, che nei giorni scorsi ha detto di non voler fare paragoni con il Milan che attualmente si trova a -9 dai cugini dell’Inter: “Una città come Milano dovrebbe avere due squadre in Europa e invece siamo rimasti solo noi a competere, così come in coppa Italia. In questo momento la realtà dice che l’Inter ha 9 punti in più di noi . Noi dovremo cercare di dare lustro alla città in Europa visto che l’Inter non c’è. L’inter sta facendo un buon lavoro, ha 9 punti più di noi e tutte le carte in regola per fare un ottimo girone di ritorno. Ma fare polemica su questi 9 punti non ha senso”

Molti si aspettavano l’innesto di Honda dal primo minuto, ma Allegri ha palesemente negato questa possibilità, il giapponese è arrivato da poco a Milano e ancora non è pronto a fare il suo esordio dal primo minuto, non è escluso comunque che possa entrare a partita in corso. Infine il mister ha parlato di Super Mario Balotelli, l’attaccante della nazione è stato difeso dal suo allenatore con parole d’affetto: “È il primo anno da titolare per Balotelli, non è semplice neanche per lui giocare ogni tre giorni 90′ con responsabilità diverse da quelle che aveva prima”

Ricerca personalizzata