SBK Laguna Seca: in gara -2 trionfa Laverty, Giugliano fantastico 2°, Melandri è 3°

Eugene Laverty è il pilota più in forma del momento nel Mondiale Superbike. Dopo la doppietta in Turchia e l’ottimo terzo posto nella anomala gara -1 di ieri, nella notte italiana, sul circuito di Laguna Seca, l’irlandese dell’Aprilia si è preso con grande determinazione la vittoria che vale il sorpasso in classifica ai danni del compagno di team Guintoli e l’avvicinamento al capolista Sykes che ora dista 23 punti.

La gara sembrava avere Tom Sykes come protagonista: il britannico parte fortissimo e va in fuga, trascorrendo quasi tutta la gara in testa. A tre giri dal termine, però, la gomme della sua Kawasaki gli danno problemi di aderenza e si vede avvicinato da Giugliano, Laverty e Melandri, che poco dopo lo superano in quest’ordine. Sykes dimostra ancora una volta grande intelligenza, mettendo da parte l’orgoglio e accontentandosi del 4° posto, senza rischiare di cadere e vedere il distacco in classifica ridursi drasticamente. La lotta per la vittoria, intanto, è una questione a due tra Giugliano e Laverty, con l’italiano che deve arrendersi perchè l’irlandese è una furia e guida una moto tecnicamente superiore. Melandri chiude sul gradino più basso del podio con la sua BMW. Ribadisce lo stesso risultato di Gara -1 (), Sylvain Guintoli che nella rivincita di Gara -1 non è mai in lotta per il successo. Prova coraggiosa di Niccolò Canepa che, sulla Ducati, cade nel primo giro ma si rialza è chiude 15°.

Il risultato di Gara -2 fa gioire Eugene Laverty, che si porta a -23 punti da Sykes ma è da sottolineare la straordinaria prestazione di David Giugliano, autore del suo migliore weekend in SBK. Con due moto nelle prime due posizioni, l’Aprilia aumenta il vantaggio in classifica costrutturi a 45 punti sulla Kawasaki, ipotecando il titolo.

La classifica piloti, invece, vede Guintoli perdere la seconda piazza ma rimanere comunque in lotta per il Mondiale con 24 punti di svantaggio da Sykes e la possibilità di giocarsi gran parte delle chances nella prossima tappa del Mondiale, che toccherà Magny-Cours, circuito di casa per il francese. Chi è tagliato fuori dai giochi per il titolo è Marco Melandri che, con una BMW problematica è a -42 punti. Mancano due GP e 100 punti da assegnare, anche quest’anno, tutto può succedere.

[FOTO credits http://wsbk2013.aprilia.com/]

Ricerca personalizzata