"Serial killer" di animali denunciato in Austria: ha ucciso 11 cincillà

    In 2 anni ha torturato e ucciso 11 cincillà e un cane. Un 24enne di Bergheim, in Austria, andrà incontro a processo per le atrocità commesse nei confronti degli animali che vivevano in casa con lui e la fidanzata. Tutto è iniziato infatti quando il giovane, al momento disoccupato, è andato a vivere nella casa della sua ragazza, nel 2009. Poco dopo il cincillà che la donna teneva in casa morì, secondo il ragazzo per un incidente.

    In seguito, la fidanzata acquistò su insistenza del compagno altri 10 cincillà, che però andavano incontro a decesso per “cause misteriose” che l’uomo definiva “incidenti”. A quel punto però la giovane si insospettisce e una notte scopre il 24enne in cucina con tre animaletti morti sotto alle sedie. Pressato dalla ragazza alla fine confessa, di averli uccisi tutti a calci e pugni, uno addirittura è morto dissanguato dopo che il ragazzo lo aveva accoltellato ad un occhio.

    Chiaramente la fidanzata è diventata ex ed ha subito denunciato il “serial killer” alle autorità, che hanno aperto un’indagine. A quanto pare però la sua furia omicida non era riservata ai soli cincillà: pare che abbia ucciso anche un cane prendendolo a pugni sul muso, mentre un altro sarebbe stato ferito. L’uomo è stato denunciato e dovrà sostenere un processo, i due cani che aveva da poco comprato gli sono stati sottratti e sono stati affidati ad un canile.

    Ricerca personalizzata