Serie A di basket: Bologna batte Milano. Sassari scopre Caleb Green

Quinta giornata della serie A di basket all’insegna dell’amarcord con la sfida tra Bologna e Milano. La Virtus si impone sull’Olimpia con il punteggio di 79 a 71. Grande festa in casa Granarolo che in un palazzetto caldo e gremito riesce ad avere la meglio sull’Armani Jeans. Grande prestazione dei giocatori di Luca Bechi che mantengono il controllo della partita in ogni singolo quarto, dimostrando maturità contro una Milano combattiva che cerca di ricucire lo strappo ma senza arrivare al risultato sperato.

Hardy e King lavorano ai fianchi dell’Armani Jeans, realizzando entrambi 10 punti, ma è la panchina di Bologna a dare il colpo di grazia a Milano con Jerome Jordan autore di 9 punti e il solito Walsh che con 15 segnature e 8 rimbalzi si rivela determinante. In casa Olimpia Gentile dopo un buon primo tempo si spegne chiudendo la partita con soli 9 punti. Il solito Langford arriva a quota 20, mentre Jerrels, Samuels e Cerella raggiungono la doppia cifra con 10 punti. Esordio da rivedere per Lawal entrato in campo per soli tre minuti.

Nell’anticipo giocato nella serata di ieri Pistoia trova il primo successo stagionale contro Cremona. Punteggio basso, 65 a 60 per i padroni di casa, che regalano la prima gioia al loro pubblico. Johnson domina sotto le plance con 18 punti e 10 rimbalzi, mentre Washington arriva a quota 15. In casa Cremona bene Rich con 18 più 10 rimbalzi e Jackson con 15, mentre l’esordiente Tripkovic non riesce a muoversi da quota 0.

La serie A di basket presenta la nuova squadra rivelazione: l’Enel Brindisiresiste con le unghie e con i denti al tentativo di recupero di Reggio Emilia, che vede spegnere i propri sogni di un recupero clamoroso con l’errore da tre punti di Karl. Tra le fila dei padroni di casa si segnalano le prestazioni di James e Lewis autori rispettivamente di 18 e 16 punti, mentre Dyson si prende una giornata di riposo fermandosi a 8 punti. A Reggio Emilia non basta la prova super di James White, 23 punti con 7 punti e un ottima prova dall’arco(2/3 da tre) mentre Bell raggiunge quota 18. Ancora assente Cinciarini.

Cantù supera Avellino con finale 74 a 67: quattro i giocatori di Sacripanti andati in doppia cifra con Ragland MVP della partita con 24 punti. Una FoxTown che parla italiano con gli 11 punti di Aradori e i 10 di Cusin che guadagna anche 4 rimbalzi. Per Avellino seconda sconfitta di fila dopo la debacle di Varese con Dean da 19 e Richardson da 16 punti. Lakovic non raggiunge la doppia cifra, 8 punti, ma racimola ben 5 rimbalzi, cifra notevole per un play, e 7 assist.

Roma sbanca Caserta con finale 68 a 63. Per l’Acea di Dalmonte esordio coi fiocchi per Jones, 20 punti con un ottimo 8 su 10 dal campo. Baron raggiunge le 15 segnature mentre Hosley e Goss non giocano la partita della vita: 2 punti il primo con 9 rimbalzi, 7 per il secondo. Caserta ritrova Hannah dopo i provvedimenti disciplinari presi nei giorni scorsi, che tocca quota 13 punti, come l’altro americano Brooks. Male i nostri Michelori e Mordente, 5 punti il primo, 4 il secondo.

Montegranaro sembra non volersi più fermare e batte in casa Pesaro, sconfitta ancora una volta dopo il meno 30 della sfida con Siena, con finale 95 a 90. Per la Sutor, ancora a caccia di rinforzi, grande prova dell’ex Knicks e Houston Collins, con 25 punti e 6 rimbalzi mentre Mayo ne sigla 21 con 5 assist. Una Pesaro che lotta ma si fa recuperare nel finale, a cui non bastano 5 giocatori sopra i 10 punti, con prove maiuscole di Musso, 17 punti, Young, 16 e Turner con 15. Anosike in doppia-doppia da 14 e 11 rimbalzi con tre stoppate rifilate agli avversari.

Nel match serale della nostra seria A di basket vittoria di Sassari contro Varese con punteggio di 105 a 75. Stavolta gli uomini di Sacchetti non commettono lo sciocco errore di ritenersi appagati dopo il parziale del primo tempo, che ha visto Varese sotto di 19 punti, mantenendo ritmo alto e buone percentuali dal campo. Straordinaria prestazione di Caleb Green, che chiude il match con 45 punti: 10 su 11 da due, 4 su 7 da tre e un solo errore dalla lunetta (13/14). Prova mostruosa del lungo della Dinamo , che schianta una Varese mai in partita. Per i sardi buone prove anche di Thomas, 13, e Drake Diener con 14. Per la Cimberio soddisfazioni solo da De Nicolao con 16 punti e del solito Hassell con 12. In ombra Clark che sbaglia molto e si ferma a soli 12 punti.

Chiude la quinta giornata della serie A di basket italiano il match di domani tra Siena e Venezia.

[foto : www.dinamobasket.com]

Ricerca personalizzata