Sesso BDSM e con transessuali: un tabù che non c’è più

bdsm

Sono pochi coloro che hanno familiarità con la parola BDSM. Terminologia facente parte del mondo erotico, è l’acronimo di Bondage, Disciplina, Dominazione, Sottomissione, Sadismo e Masochismo. Simpatico vero?

Dentro il mondo BDSM

In questa pratica erotica, i partner amano esplorare le loro fantasie sessuali “alternative” che potrebbero coinvolgere la schiavitù, il sadomasochismo o il feticismo. Mentre la maggior parte delle persone non si spinge troppo in là con le fantasie erotiche, coloro che amano il BDSM le fanno proprie, esplorando e approfondendo gli oscuri recessi delle loro menti. Ma non si tratta di persone malate, perverse e sadiche. Certi luoghi comuni vanno sfatati affermando che un BDSM:

  • Non è un gruppo di donne con indumenti in pelle che brandiscono la frusta.
  • Non si tratta di crudeltà e abuso.
  • Non si tratta di persone che non hanno autostima e che vengono trattate come zerbini.
  • Non si tratta di tenere le persone in schiavitù o contro la loro volontà o costrette a fare cose che non vogliono fare.
  • Non si tratta di ciò che viene raccontato in un libro, in una rivista o su un sito web.
  • Non si tratta solo di dolore e torture, fruste e catene.

In una relazione, di solito c’è un partner dominante e un partner sottomesso. Questi ruoli sono vaghi e non discussi, mentre nel BDSM sono chiaramente definiti e delineati. I ruoli possono essere interpretati solo all’interno della camera da letto oppure anche al di fuori. Alcune coppie sottoscrivono contratti in cui vengono stabilite le responsabilità di ciascun partner nella relazione e che i bisogni di ciascuno vengano soddisfatti.

La dominazione, ad esempio, è uno degli aspetti più amati nel BDSM. Può suonare strano, ma di solito sono gli uomini a cercare maggiormente questa particolare pratica sessuale. Ecco intervenire Internet, grande bacino in cui attingere nell’ambito erotico e pornografico. Siti come padronealtelefono.it offrono un servizio telefonico a cui chiamare, naturalmente a pagamento. Ma cosa accade in una situazione di dominazione? Dipende da ciò che crea carica erotica:

  • Ad alcune persone piace sculacciare o essere sculacciati, frustare o essere frustati.
  • Alcune persone amano legare o essere legate, ammanettare o essere ammanettate, torturare o essere torturate.
  • Ad alcune persone piace prendere tutte le decisioni o lasciare che lo facciano gli altri.
  • Alcune persone amano umiliare o essere umiliate, disciplinare o essere disciplinate.
  • Ad alcune persone piace avere un collare intorno al collo, farsi portare al guinzaglio o essere calpestate.

Fare sesso con un transessuale

Ma la trasgressione non si ferma certo alla pratica del BDSM. Ci sono altri aspetti nel mondo dell’erotismo da considerare, come la sfera della transessualità. E’ necessaria però una iniziale precisazione: omosessualità e transessualità non sono la stessa cosa. Hanno sicuramente delle cose in comune, ma si differenziano per caratteristiche fisiche e comportamentali.

L’omosessualità è riferita all’orientamento sessuale, ossia a ciò che attrae. Quindi, un uomo che prova attrazione per un altro uomo viene definito “gay”, una donna che è attratta da un’altra donna viene identificata “lesbica”.

Un transessuale ha una propria identità di genere, ossia il modo in cui ci si identifica in termini di mascolinità o femminilità. Per una persona transessuale, l’identità di genere è diversa da ciò che ci si potrebbe aspettare dato il proprio sesso naturale o biologico. Il genere non è sempre uguale al proprio sesso.

In poche parole, la differenza tra omosessualità e transessualità è che il primo ha a che fare con l’orientamento sessuale (chi attrae sessualmente), mentre la seconda con l’identità di genere (ciò che si sente di essere). Detto ciò, affrontiamo il perché gli uomini sono attratti dai transessuali. Probabilmente, un uomo in un trans vede più sensualità che in una donna, anche se l’aspetto maschile (come organo sessuale) è sempre ben presente.

Il sesso con un transessuale viene vissuto da un uomo come atto liberatorio, in quanto soddisfa quelle pulsioni omosessuali appartenenti a quasi tutto il sesso maschile e qui manifestate sempre mantenendo la propria eterosessualità. Coloro che fanno sesso con i transessuali sono uomini che hanno avuto sempre questa fantasia dentro ma incapaci di concretizzarla. Una volta superato questo scoglio, non smettono più di farlo.

Benestanti, uomini comuni, giovani: non c’è distinzione di categoria. In fondo, grazie alla tecnologia, ci sono diversi modi per contattarli: chat erotiche apposite, siti di incontri e siti come telefonoeroticotrans.it, in cui ci sono numeri appositi per colloquiare con un transessuale. Si tratta perlopiù di un telefono erotico, con un’operatrice che risponde dall’altra parte e con cui intrattenere un rapporto sessuale prettamente virtuale.

Ma non sono solo gli uomini a bramare di fare sesso con un transessuale. Sembrerà strano, ma anche le donne sono attratte da un’esperienza così trasgressiva. Il motivo si spiega facilmente: così come per gli uomini, anche nella sfera femminile esiste la presenza di intensa natura “lesbica” nascosta nel profondo. Aggiungiamo anche che un transessuale ha quel mix esplosivo tra sensualità femminile e virilità maschile che in alcune donne può suscitare forte attrazione.

Ricerca personalizzata