Si mette le dita nel naso: la sua faccia diventa irriconoscibile

anita clark

Mettere le dita nel naso è segno di maleducazione. Quante volte questa frase ci è stata ripetuta da genitori e nonni? Lo sa bene anche Anita Clark, una 50enne residente nei pressi di Manchester e madre di due figli, che proprio per aver messo le dita nel naso ha quasi rischiato di morire.

La donna stava facendo dei lavori di giardinaggio nel cortile di sua proprietà, quando si è messa le dita nel naso: con l’unghia ha provocato un piccolo taglio all’interno di una narice e fatto sì che i batteri presenti sulle sue mani penetrassero. Di lì a poco il viso di Anita è letteralmente raddoppiato e sulle guance sono comparse enormi vesciche. La donna, che di mestiere fa l’infermiera, è andata nel panico.

“Dopo aver fatto giardinaggio ho cominciato a sentirmi strana, ma ho pensato fosse a causa del lavoro. Così – ha raccontato la donna – ho deciso di andarmene a letto presto, convinta che il giorno seguente sarei stata meglio per andare a lavoro”. E invece no: “Al risveglio non riuscivo a stare in piedi e avevo un terribile mal di testa. Sono comunque andata a lavorare, ma quando sono entrata in reparto la mia collega mi ha guardato chiedendomi cosa mi stesse succedendo. Quando mi sono guardata allo specchio ho capito che c’era qualcosa di strano”.

Dopo un po’ di ore Anita è tata invitata a tornare a casa affinché si riposasse e nelle ore seguenti sono comparse le vesciche. Anita aveva contratto la cellulite infettiva, infiammazione acuta del derma e degli strati sottocutanei che se non curata tempestivamente può causare seri problemi di salute.

Ora, grazie all’intervento rapido e alla somministrazione di antibiotici specifici, la 50enne è fortunatamente fuori pericolo: “Per fortuna l’infezione non ha raggiunto gli occhi, sennò sarei rimasta cieca. Ringrazio davvero i medici che mi hanno salvata”.

Ricerca personalizzata