Susanna Tamaro svela l’inedito ‘Illmitz’

Non poteva trovare regalo migliore da donare al suo pubblico la scrittrice Susanna Tamaro, che ha scelto di far uscire la sua prima creatura letteraria fino ad oggi inedita in occasione del 20° compleanno del campione di vendite Va’ dove ti porta il cuore. “Illmitz” è il titolo del primo manoscritto che per tutti questi anni l’autrice ha tenuto segreto e intorno al quale il mondo dell’editoria ha da sempre alimentato un alone di mistero. Il 29 gennaio finalmente arriverà nelle librerie, edito da Bompiani, accompagnato da un’attesa febbrile e curiosità alle stelle.

Il romanzo d’iniziazione, scritto a venticinque anni dalla Tamaro, racconta di un viaggio formativo, di un giovane – che non ha caso ha la stessa età dell’autrice al momento della stesura – alla ricerca delle proprie origini che passano attraverso la storia della sua famiglia, trasferitasi sul Carso dopo un periodo in Austria. Ogni tappa del percorso è scandita dal confronto interiore con i propri demoni, accelerato inesorabilmente dagli incontri con personaggi chiave per lo svolgersi narrativo, in un crescente coinvolgimento emotivo scandito dal flusso incessante delle parole.

Illmitz è “un luogo dell’anima, una destinazione“. Un traguardo a cui Susanna Tamaro arriva consapevole del peso che avrà la pubblicazione, riposta in un cassetto come un sogno da avverare. “Prima non sarebbe stato opportuno, non avrebbe avuto senso“, spiega la scrittrice triestina commentando il motivo di tanto ritardo, come se avesse custodito di proposito questo gioiello più acerbo e intimo sapendo già quale soddisfazione avrebbe riservato il destino per lei con l’immenso successo di “Va dove ti porta il cuore“.

La genesi del romanzo è stata descritta dall’autrice nell’autobiografia letteraria “Ogni angelo è tremendo“, pubblicata sempre da Bompiani nel 2012. Complice la sorte, l’opera leggendaria venne letta da Claudio Magris e Giorgio Voghera che ne rimasero colpiti tanto da tentare la pubblicazione, senza però avere riscontri. Da lì in poi Illmitz rimase nell’ombra, Susanna Tamaro cambiò le sorti della letteratura contemporanea nel 1994 e la prima impresa giovanile sembrò cadere nel dimenticatoio.

La scelta della data di uscita è naturalmente un omaggio al suo romanzo da record “Va’ dove ti porta il cuore“, caso letterario da 14 milione di copie vendute nel mondo e dal quale è stato tratto l’omonimo film diretto da Cristina Comencini, con Virna Lisi e Margherita Buy.

Ricerca personalizzata