X Factor, terza puntata all’insegna degli anni Novanta

La terza puntata di X Factor 7, il liveshow più seguito degli ultimi tempi, ha riservato immediatamente una sorpresa: l’ingresso immediato dell’ospite della serata il cantautore britannico ventitreenne John Newman che ha immediatamente surriscaldato il palco con il brano che ha conquistato il primo posto della UK Singles Chart, Love me again.

Subito dopo, in un folgore di luci, presentati dal giovane Alessandro Cattelan, entrano i quattro giudici coach che riservano immediatamente delle sorprese, tra loro soprattutto Morgan, che dal suo abbigliamento ha svelato immediatamente la tematica della serata: la musica del magico e variegato mondo degli anni Novanta. Difatti Morgan era una sorta di David Bowie con tanto di tutina aderente che lasciava intravedere una gamba. Grande ilarità ha suscitato nel popolo di Twitter Elio nei panni di Paolo Limiti.

Ma la puntata è stata molto lunga e non c’era tempo per le chiacchiere così che Alessandro ha annunciato la prima manche che ha visto sul palco Ape Escape, Fabio, Gaia, Alan, Valentina e Michele.

I primi ad esibirsi gli Ape Escape di Simona con Smells like teen spirit dei Nirvana brano che senza dubbio ha valorizzato le caratteristiche vocali del gruppo. Commovente è stata poi l’esecuzione di Fabio con Everybody Hurts dei R.e.m. con l’ingresso sul palco di tutti gli altri concorrenti. Questo mette in evidenza quanto l’amore per la musica vada oltre la competizione. A seguire Gaia a cui Mika ha affidato I’ll stand by you dei Pretenders, brano che ha messo a dura prova le doti canore della giovane cantante e che, senza dubbio, non ha deluso né i giudici né tantomeno il pubblico.

È stato poi il turno di Alan degli Under uomini di Morgan che per lui ha scelto Black hole sun dei Soundgarden un modo per far uscire la sua carica rock, fino ad ora troppo nascosta. Travolgente è stata invece Valentina, la migliore della serata, premiata con una standing ovation, con Ghetto supestar (That Is What You Are) nella versione di Pras feat.Ol’ Dirty Bastard & Mya. Favolosa è stata la coreografia curata da Luca Tommassini che ha accompagnato la performance. Ultimo in gara per la prima manche è stato Michele, “tesorino” sempre di Morgan con Cieli neri dei Bluvertigo, gruppo storico di cui il frontman era proprio Morgan.
L’eliminato dal televoto per questa prima manche che è andato direttamente all’Ultimo Scontro è stato Alan.

La seconda manche è risultata altrettanto emozionante quanto la prima con Aba, Andrea, Violetta, Street Clerks e Roberta.

Prima ad esibirsi è stata Aba che si è confrontata con uno dei brani più difficili della serata Why di Annie Lennox, ex voce degli Eurythmics, performance giudicata raffinata ed intensa. Ancora Andrea cui Morgan ha assegnato Digging in the dirt di Peter Gabriel brano che senza alcun dubbio è congeniale a questo concorrente, molto apprezzato dal pubblico e che per questa volta ha dovuto rinunciare a i suoi beat box.

È stato poi il momento di Violetta, una delle favorite dal pubblico che ha cantato Friday I’m in love dei Cure con tanto di ukulele. Dopo di lei, l’ultimo gruppo di Simona, gli Street Clerks , che hanno eseguito un brano di una delle icone della musica targata anni Novanta, Britney Spears con Baby one more time. La loro si è poi presentata come una sorta di ballata struggente. Davvero geniali sia per il pubblico che per i giudici. Ultima in gara Roberta, rientrata in gara giovedì scorso grazie all’apprezzamento del pubblico, a cui Mika ha affidato All that she wants degli Ace of Base, canzone con cui Mika ha confessato di essersi ubriacato per la prima volta.

Nell’attesa del televoto è arrivato finalmente il tanto atteso duetto tra Chiara Galiazzo, vincitrice della scorsa edizione del reality musicale, e Mika che hanno deliziato pubblico e giudici con le note di Stardust. Osservando il numero di tweet che ha ricevuto, questo è stato uno dei momenti della serata più intensi e apprezzati dal pubblico di internet.

All’Ultimo Scontro con Alan il televoto ha condotto Aba. I due si sono affrontati, Alan cantando This time di John Legend e Aba interpretando I Put A Spell On You di Joss Stone. Il verdetto è stato quasi unanime e a lasciare la terza puntata di X Factor è stato Alan.

Ricerca personalizzata