Usa benzina per rimuovere i pidocchi dalla figlia: in fin di vita

pidocchi

Una bambina di 12 anni e sua madre sono state ricoverate con gravi ustioni. Ustioni, provocate nel tentativo di eliminare i pidocchi dalla testa della bambina utilizzando benzina o altro materiale altamente infiammabile.

La bambina ad oggi è ricoverata nell’ospedale Meyer di Firenze con ustioni di secondo e terzo grado cosparse su tutto il capo, mentre la mamma è stata mandata al centro grandi ustionati di Pisa con bruciature che le hanno raggiunto gli arti e il volto. Entrambe sono in prognosi riservata e gli stessi medici sembra abbiano parlato di “condizioni critiche”.

E’ successo tutto alcuni giorni fa a Firenze, quando una mamma, nel tentativo di eliminare i pidocchi dalla testa della sua bambina, ha pensato di utilizzare della benzina. Un metodo alquanto discutibile che le sarebbe stato riferito da “un’altra persona”. Sembra quindi che non ci fosse la volontà di appiccare il fuoco: la missione della donna era utilizzare soltanto la benzina per eliminare i pidocchi, senza accendere fiamme o dar vita a chissà quale disastro.

Tuttavia la vicinanza di una fiamma avrebbe provocato il fuoco, che si è poi propagato tanto sul corpo della bambina quanto su quello della madre (la benzina infatti favorisce la propagazione istantanea delle fiamme). Non si sa se mamma e figlia riusciranno mai a salvarsi, ma quel che è certo è che, pur riuscendo a vivere, rimarranno sfigurate a vita.

Ricerca personalizzata