Valentino Rossi non pensa al ritiro, per ora

In occasione di una conferenza stampa per la presentazione dei palinsesti SKY, avvenuta ieri nel ranch di sua proprietà, il campione originario di Tavullia, Valentino Rossi, smentisce ciò che era emerso da una sua intervista concessa a Sport Mediaset un mese fa per celebrare un anno di MotoGp, ma andata in onda solo questa notte, ovvero la volontà di lasciare il motomondiale qualora le prime 6 gare del 2014 non dessero esiti positivi.

Queste le sue dichiarazioni in merito:

“la mia intervista, che è uscita casualmente ieri ma che avevo rilasciato un mese fa, è stata strumentalizzata. Io non ho detto che voglio smettere di correre. Anzi, spero di correre ancora per due o tre anni. Chiaro che mi interessa la competitività, perché voglio continuare a vincere”, continua Rossi “una frase estrapolata in mezzo a un ragionamento più ampio ha tutto un altro effetto. Sicuramente devo lottare per le posizioni che contano. Ma il mio obiettivo è correre e cercare di andare forte”.

I fan del nove volte campione del mondo di motociclismo possono tirare un sospiro di sollievo, Valentino Rossi vuole continuare a correre per almeno altri due anni e lo farà con la grinta e la determinazione che l’hanno sempre contraddistinto ma soprattutto con un nuovo capotecnico, l’esperto di motorsport Silvano Galbusera che ha sostituito Jeremy Burgess, separatosi recentemente dal dottore con qualche polemica.

Ad elogiare e spingere, il celebre numero 46, verso il proseguo in questa avventura sulle due ruote, c’é anche il compagno di box Jorge Lorenzo che afferma “Valentino è un grande pilota, che dà un sacco al nostro sport: coinvolge un sacco di persone e di fan, é divertente, competitivo, ha delle qualità di guida a tutto tondo, uno dei migliori di tutti i tempi e per me è un onore condividere il garage con lui, spero di poterlo fare per molti anni“.

Non mancano quindi gli attestati di stima da parte degli addetti ai lavori, ma toccherà all’ex Honda e Ducati dimostrare in pista che può ancora dire la propria e competere nuovamente per il titolo con la sua Yamaha.

Ricerca personalizzata