X Factor 7, sesta puntata da dance floor. Ad uscire una cantante tutt’altro che dance

Alla sesta puntata di X Factor 7 dopo Mika è stata la volta di Elio sul palco, che ha aperto la serata con il suo gruppo, i fortissimi Elio e le storie tese. E poi un colpo di scena: atmosfera da dance floor, musica “a palla” e tutti a ballare scatenatissimi sul ritmo di “I think you’re freaky and i like u a lot”. Da Alessandro Cattelan, ai giudici e perfino allenatori e scenografi.

Ma c’è un motivo per questo clima festaiolo: il tema della prima manche è la musica dance. La partenza è di Morgan con il suo discepolo Andrea che ha aperto la prima manche della gara con un medley rap anni 80. “Sembravi un cantante per una festa di bambini” è il commento di Mika che tuttavia apprezza “l’orso ballerino”. Per gli altri giudici invece una buona performance.

Gli Ape Ascape subito dopo hanno portato sul palco di X Factor “Don’t worry child” degli Swedish House Mafia. Un’altra festa per bambini secondo Mika: palloncini ovunque e ragazzi tutti colorati a ballare intorno al tavolo dei giudici. Ma comunque sempre credibili.
Dopo la forza degli Ape Ascape è stata la volta della delicatezza di Violetta che si è cimentata in “9 to 5” di Dolly Parton, diva della country music. Per l’occasione Mika ha scelto di adattare un pezzo country al ritmo dance della serata. Buona l’opinione dei giudici, che l’hanno difesa contro i commenti negativi sulla sua poca simpatia, arrivati dal popolo di Twitter.

“When love takes over” di David Guetta è stata la scelta dance per Aba che torna a mostrare la sua voglia di divertirsi sul palco della kermesse musicale. Ma non è stata vocalmente al massimo, secondo Morgan, la performance dell’allieva di Elio. “Promised land” di Paul Weller per il “tesorino” di Morgan, Michele, che, senza alcuna sorpresa, ha soddisfatto pubblico e giudici per la sua versatilità in tutti gli stili. E’ stato poi il turno della potenza di Gaia con un mix indie-rock-dance: “Heavy cross” dei Gossip. Un vestito cucito su misura per lei ma che purtroppo non l’ha aiutata ai fini del risultato finale.

La seconda manche ha visto un giudice d’eccezione: Marco Mengoni, esibitosi prima dell’annuncio del primo candidato all’eliminazione. La seconda parte della gara si è aperta con Michele in una veste old-fashioned, con una canzone americana degli anni ’50, “Red roses for blue lady”, tecnicamente non perfetta l’esibizione secondo Mika ed Elio, ma buona esibizione in generale. Rischiosa la performance di Aba, che si è cimentata in un pezzo del mito di Janis Joplin, “Kozmic Blues”. Sono emersi la voce, la forza e il colore, come dell’allieva di Elio, che è riuscita ad incantare tutto lo studio.

“Can’t Find My Way Home” è la canzone assegnata ad Andrea, un pezzo storico dei Blind Faith, gruppo composto, tra gli altri, da Eric Clepton. Un pesce fuor d’acqua in questa gara ma non in senso negativo, anzi, un “pesce” più unico che raro. La prima canzone in italiano della sesta serata di X Factor arriva assieme agli Ape Escape. Dal titolo non sembra ma è italianissima “Yes I know my way” di Pino Daniele. Cantata dagli Ape Escape, che l’hanno fatta loro, come al solito questo è piaciuto ai giudici.

Si è tornati all’inglese con Violetta che si è esibita in “Skinny love”, una canzone semplice e romantica che però non ha convinto Morgan, appunto perché forse troppo semplice per le potenzialità vocali di Violetta.

A smorzare la tensione della seconda manche prima del ballottaggio è arrivato Olly Murs, artista inglese che ha iniziato la sua carriera musicale proprio ad X Factor Uk. Al ballottaggio sono finiti Ape Escape e Gaia. Nessuna decisione definitiva per i giudici che hanno mandato i ragazzi al Tilt. Occasione forse unica per gli Ape Escape di continuare questo sogno, data la loro età troppo avanzata per il panorama discografico, e ce l’hanno fatta: avranno la possibilità di presentare il loro inedito alla semifinale. Ancora una settimana e poi i quattro sopravvissuti potranno presentare i loro singoli.

Ricerca personalizzata